Dal 24 luglio MIUI 12 su quattro Xiaomi: si parte dalla Cina con l’aggiornamento

Più vicino anche in Italia l'atteso aggiornamento per il pubblico ansioso di fare questo step

1
CONDIVISIONI
Xiaomi

Ci sono nuovi segnali significativi che arrivano direttamente dalla Cina per il mondo Xiaomi, almeno per quanto riguarda coloro che attendono novità concrete per quanto concerne il rilascio dell’aggiornamento con MIUI 12. Dopo il punto della situazione di pochi giorni fa, quando vi abbiamo preannunciato che nel corso del mese di agosto avremmo fatto questo step su oltre venti smartphone del produttore, oggi 24 luglio è importante capire chi abbia saltato la fila.

I 4 Xiaomi con MIUI 12 stabile da oggi 24 luglio in Cina

In particolare, un report interessante ci è stato offerto da Gizmochina sotto questo punto di vista. Secondo la fonte, infatti, il produttore di smartphone asiatico avrebbe iniziato a distribuire l’aggiornamento stabile MIUI 12 a per tutti coloro che in questo particolare momento storico si ritrovano coi vari Xiaomi Mi 9 SE, Mi CC9 Pro, Redmi 10X e Redmi 10X Pro in Cina. Un segnale praticamente ufficiale e concreto, che rappresenta una buona notizia anche per l’Italia.

Cosa sappiamo fino a questo momento? Il discorso relativo al rilascio dell’aggiornamento MIUI 12 per i quattro Xiaomi citati oggi assume connotazioni particolari, poiché tutti hanno un display AMOLED. Questo vuol dire che i device coinvolti avranno modo di ottenere anche il supporto per il nuovo AOD + insieme a Super Wallpapers. Inoltre, l’aggiornamento stabile per entrambi i dispositivi Mi viene fornito con il numero di build 12.0.1.0, mentre il numero di build per i prodotto che fanno parte della famiglia Redmi è 12.0.2.0.

Staremo a vedere quando arriverà l’aggiornamento in questione in Italia e nel resto d’Europa, a partire proprio dai quattro smartphone Xiaomi che ho portato alla vostra attenzione questo venerdì. L’auspicio è che non siano segnalate anomalie e che tutti possano procedere con il download nel più breve tempo possibile. Che ne pensate? I tempi sono maturi per fare una volta per tutte questo delicato passo in avanti?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.