Franco Mussida: “Il vero successo è riuscire a campare di ciò che si ama”

Mi sono collegato con lui durante una diretta del Barone Rosso Solo Flight dove ho scoperto che oggi dipinge e mi ha parlato del libro che ha scritto

1002
CONDIVISIONI
Photo by sempionenews.it

Franco Mussida è noto soprattutto per aver fondato la Premiata Forneria Marconi, che poi è diventata PFM, e per essere uno dei più bravi chitarristi italiani. Iniziò con i Quelli e il loro primo successo fu “Una bambolina che fa no no no”, versione italiana del successo di Michel Polnareff. Franco ha suonato in tantissimi dischi di Lucio Battisti, Francesco Guccini, Paolo Conte, Mina… Lui è l’autore di “Impressioni di settembre”, la canzone più famosa della PFM e nella storia della musica italiana.

La PFM è stato l’unico gruppo italiano che ha avuto un successo internazionale. Anche i Duran Duran mi hanno che erano loro fans.

Mussida ha fondato il CPM (Centro Professione Musica) e io lo coinvolsi in un video corso di chitarra edito dalla Fabbri Editore. Mi sono collegato con lui durante una diretta del Barone Rosso Solo Flight dove ho scoperto che oggi dipinge anche e ha mostrato il libro che ha scritto: “Il pianeta della musica (Come la musica dialoga con le nostre emozioni). Ci siamo divertiti a raccontare il backstage del video corso di chitarra.

Oggi Franco non fa più parte della PFM, ma continua a preparare concerti che sono anche progetti. Oltre naturalmente a parlare del CPM che, pur non essendo un Conservatorio, è parificato col MIUR. L’innovazione del CPM è stata quella di portare la musica popolare nei conservatori, tanto che Franco definisce il CPM un Innovatorio. Hanno fatto un open day online, visto il periodo buio degli arresti domiciliari. Adesso il CPM è nuovamente aperto agli studenti, che arrivano da tutte le parti d’Italia ( www.cpm.it ).

Franco ha collaborato anche col San Vittore ed è stato il primo a portare l’insegnamento della musica nelle carceri.

Parlando di far imparare a suonare, non potevamo non affrontare il problema dei talent show che hanno portato la musica a qualcosa da vedere e non da ascoltare, privilegiando anche il canto allo strumento.

A questo proposito, Franco ha detto che:

La musica non è solo spettacolo o ricreazione, ma la meraviglia che vive in ciascuno di noi e che tutte le volte che ci arriva un flusso musicale ci fa cambiare di stato, ci fa emozionare. La musica se la vivi con consapevolezza ti fa crescere come persone ed è una realtà che va raccontata. Certo, al CPM abbiamo avuto un boom di cantanti, tra cui Mahmood, ma diciamo loro: guardate che la notorietà non è il vero successo. La notorietà è una cosa importante ma il vero successo è riuscire a campare di ciò che si ama e, come diceva Confucio, se riesci a campare con ciò che ami non lavorerai neanche un giorno nella tua vita

www.redronnie.tv