Elisa canta Shout dei Tears For Fears per la serie Romulus di Matteo Rovere

La cantautrice di Monfalcone interpreterà il tema di apertura della serie presentata nel corso degli Upfront Sky 2020

2
CONDIVISIONI

Elisa canta Shout dei Tears For Fears per la serie Romulus. L’artista di Monfalcone sarà quindi la protagonista del tema di apertura del nuovo prodotto Sky firmato Matteo Rovere, che approda sul piccolo schermo dopo Il Primo Re.

La versione di Shout di Elisa è personale e unica, in linea con quanto ci si sarebbe aspettati dall’artista friulana che è solita fare proprie le canzoni che è chiamata a reinterpretare. Il brano risale al 19 novembre 1984, come secondo singolo estratto da Songs From The Big Chair.

Nei prossimi giorni, Elisa sarà impegnata nel concerto ai Laghi di Fusine che si terrà ad agosto. I pochi biglietti in prevendita sono già andati esauriti, poiché il concerto si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Covid ma anche nel rispetto della natura. La location potrà essere raggiunta solamente a piedi o in bicicletta. Il concerto si terrà nell’ambito della rassegna No Borders, organizzato in questa estate diversa e senza grandi concerti.

Elisa viene da un lungo tour a supporto del suo ultimo album, Diari Aperti, che ha rilasciato anche in una versione estesa nella quale ha incluso alcuni inediti. I concerti sono continuati nei palasport fino alla fine del 2019, che ha concluso con il concerto a Olbia per il Capodanno.

L’artista friulana è stata anche la prima protagonista dell’iniziativa I Love My Radio, con la cover di Mare Mare di Luca Carboni. La hit estiva del cantautore bolognese è rivissuta in una versione elettronica, realizzata nello stile di Elisa.

Per quanto riguarda Romulus, invece, l’ambientazione è quella degli 8 secoli prima di Cristo. La produzione è di Sky con Cattleya e Groenlandia, mentre alla regia ci sono Matteo Rovere, Michele Alhaique e Enrico Maria Artale, con le sceneggiature di Filippo Gravino, Guido Iuculano e dallo stesso Matteo Rovere. La serie è in programma per il prossimo autunno.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.