Nunzia Bi canta “Benedetta la Sicilia” di Fausto Mesolella

Mi sono collegato con lei durante il Barone Rosso Solo Flight e abbiamo ricordato il nostra amico comune, il grande Fausto

474
CONDIVISIONI

Fausto Mesolella era il chitarrista più bravo in Europa. Non lo dicevo solo io, ma anche David Crosby, dopo averlo sentito suonare. Ma soprattutto era ed è un mio GRANDE amico, anche se improvvisamente è volato nell’altra dimensione.

Una sera Fausto mi ha telefonato perché aveva appena composto una canzone dedicata alla Sicilia, in vista dell’esibizione che doveva fare sul palco del 1° maggio (che fu poi tagliata in modo osceno dalla pubblicità di Rai3). Mi disse che aveva composto quella canzone dopo che si era reso conto che tutti in Italia protestavano per gli immigrati tranne i siciliani, che erano quelli che per primi li accoglievano.

Mi mandò il provino e mi permisi di dargli un paio di consigli. Il primo era quello di inserire un assolo di chitarra che non c’era. Il secondo era di terminare la canzone in positivo, benedicendo la Sicilia e non maledicendo il mare, che tante vite di emigranti si portava via. Fausto apportò queste modifiche suggerite e mi mandò il brano definitivo. Io d’istinto mi misi al computer e montai un video con le foto di tutti i personaggi che citava. Poi gli chiesi di fare questo capolavoro dal vivo in una delle tante volte che veniva al Roxy Bar. E accadde proprio la sera in cui venne con tutto il suo gruppo, tra cui Nunzia Carrozza al canto, che lui aveva ribattezzato Nunzia Bi.

Poi, un pomeriggio, dopo un paio di ore che avevo parlato al telefono con Fausto per metterci d’accordo e andare insieme alla tappa di Lecce di Fiat Music, mi ha chiamato il suo grande amico e medico Alfonso Tramontano Guerritore per avvisarmi che un infarto lo aveva portato via.

A Lecce mi raggiunse Nunzia, in lacrime. Rimanemmo un po’ di tempo attoniti nella piccola roulotte che avrebbe ospitato me e Fausto mentre avremmo incontrato artisti e gruppi della nuova era che venivano a farci ascoltare le loro canzoni. Non per giudicarli, ma per dare loro consigli.

Quando ho ripreso il Barone Rosso nel nuovo studio, ho dedicato la 1° puntata proprio a Fausto e venne anche Nunzia.

Di recente, lei mi ha mandato un video dove ha ripreso, insieme ad Emanuele Ventriglia, la splendida “Benedetta la Sicilia”.

Così, durante un Barone Rosso Solo Flight, mi sono collegato con Nunzia e le ho fatto raccontare di Fausto e di Emanuele, che conobbe Mesolella quando era un bambino e oggi è un provetto chitarrista.

Benedetta la Sicilia, benedetta Nunzia, benedetto Emanuele e, soprattutto, che sia benedetto FAUSTO e che dall’altra dimensione continui a vegliare e a proteggerci con la sua bontà. In tutte le mie trasmissioni, il vinile con in copertina Fausto sta sempre alle mie spalle, bene in evidenza. So che lui sta controllando che tutto vada bene.

www.redronnie.tv

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.