Palermo: regole assurde per organizzare concerti e Sgarbi gira in motorino senza casco

Durante la diretta del mio Let’s Spend Saturday Night Together ho ricevuto un video con lo sfogo di Massimo Minutella: si permette la movida e si complica l'organizzazione dello Scruscio

197
CONDIVISIONI

Sabato notte, durante la diretta del mio Let’s Spend Saturday Night Together, ho ricevuto da Massimo Minutella un video che mostrava la movida a Palermo, dove tutti erano accalcati e senza mascherine. Me l’aveva mandato per testimoniare quanto fossero assurde le regole imposte per la manifestazione Scruscio, che sta organizzando a Terrasini, vicino a Palermo, per il 20 e 21 agosto (dove peraltro parteciperò anche io).

Così l’ho chiamato al telefono e mi ha raccontato tutte le regole contenute in 80 pagine di regolamenti che rendono quasi impossibile organizzare spettacoli. Poi, per contro, i ragazzi si divertono incuranti di ogni raccomandazione.

A proposito di regole, prima che mi mandasse il video e che lo chiamassi, qualcuno mi aveva chiesto se avessi visto il video di Vittorio Sgarbi in motorino con Massimo Minutella senza casco. Senza casco?!? Ma ci sono delle regole!!! I coglioni nella vita ma leoni alla tastiera si erano scatenati e ho fatto raccontare a Massimo quello che era accaduto.

Comunque, al di là del fatto se le regole siano giuste o no, rimane la triste realtà di come il mondo della musica e dello spettacolo in generale sia massacrato da politici che fanno leggi assurde, dimostrando di essere scollegati totalmente dalla realtà. Sono sensibili a modificare e “addomesticare” le regole per tutte le categorie di lavoro ma ignorano totalmente il mondo della cultura.

Lo sfogo di Massimo Minutella è solo uno dei tanti che ricevo o leggo.

Quindi?

Quindi smetto di scrivere qui. Cosa debbo aggiungere? Cerchiamo la positività.

Io sarò a Terrasini per Scruscio il 20 e 21 agosto. Non so a quante persone permetteranno di assistere ai miei racconti supportati da video. Se vuoi venire, prenota subito.

www.redronnie.tv

Commenti (2):
Valerock

Ciao Red! Non puoi immaginare quanti soprusi stiamo riscontrando noi musicisti soprattutto in strada. È il mio lavoro è la mia vita e come per me per moltissimi altri artisti…regolamenti al limite della follia per scoraggiare gli artisti che portano con amore e tanti sacrifici bellezza e condivisione con la loro, nostra, arte…una tristezza che non si può spiegare e una rabbia immensa verso coloro che per tenersi una squallida poltrona sotto il culo cerca di imbavagliare tutto ciò che rappresenta libertà e volontà di esprimere se stessi…ma noi non ci arrenderemo mai!!!!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.