Ellen Pompeo stronca la candidatura di Kanye West alle presidenziali USA 2020 con una perfetta metafora di machismo

La protagonista di Grey’s Anatomy Ellen Pompeo bolla come esempio di machismo la trovata del rapper di candidarsi alle elezioni

74
CONDIVISIONI

Tra le attrici più popolari e pagate di Hollywood, Ellen Pompeo è anche un’attivista per i diritti umani e certamente una fervente democratica che non nasconde la sua fede politica. Per questo, quando il rapper e produttore discografico Kanye West ha lanciato la sua candidatura alle presidenziali 2020 contro Donald Trump e Joe Biden, la Pompeo non ha mancato di far sentire la propria voce.

L’opinione della Meredith Grey di Grey’s Anatomy è piuttosto critica: l’attrice ha stroncato nettamente la trovata di West di correre per la presidenza degli Stati Uniti condividendo l’idea di chi sostiene sia un caso di maschilismo all’ennesima potenza.

L’attrice di Grey’s Anatomy ha condiviso via Instagram un tweet di Amber Benson, attrice, scrittrice e regista, che ha commentato la candidatura di Kanye West alle elezioni per la presidenza degli Stati Uniti come una perfetta metafora, l’ennesima, del machismo imperante nella società, che spesso si sostanzia nell’idea che un uomo possa fare qualsiasi lavoro anche senza competenze, a differenza di una donna.

“L’annuncio di Kanye è un ottimo promemoria del fatto che gli uomini guardano al profilo di un lavoro e pensano: “hey, non sono qualificato per niente, ma penso che potrei farlo.” Candidatevi per tutti i lavori, donne”.

Ellen Pompeo, strenua contestatrice di Donald Trump, ha così manifestato il suo sdegno per la candidatura di un cantautore e produttore alla carica pubblica più importante d’America, sostenendo come questa provocazione sia frutto dell’atteggiamento di chi pensa di poter assumere un ruolo senza possedere le necessarie competenze per onorarlo.

Nelle ultime settimane Ellen Pompeo sta partecipando attivamente alle proteste del movimento Black Lives Matter, è scesa in piazza a Los Angeles denunciando la massiccia dotazione di armi pesanti della polizia e ha contribuito ad ispirare un testo di legge che prende il nome di una vittima di un controllo di polizia, Breonna Taylor. A breve dovrebbe tornare sul set per girare gli episodi di Grey’s Anatomy 17, attesi su ABC a settembre.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi: