Tom Meighan dei Kasabian condannato per violenza, la band: “Lo abbiamo allontanato, non avevamo scelta”

Tom Meighan, voce dei Kasabian, ha aggredito la ex fidanzata il 9 aprile e per questo è stato condannato dal tribunale e allontanato dalla band

Tom Meighan dei Kasabian, condannato per violenza, è stato allontanato dalla band dopo un primo annuncio che si presentava troppo criptico per comprendere le ragioni.

La band di Leicester, infatti, aveva diffuso un primo comunicato in cui faceva sapere che il frontman aveva lasciato la formazione di comune accordo con gli altri membri. La scelta era dovuta a problemi di natura personale che da troppo tempo influenzavano la sua attività e per questo l’artista aveva scelto di dedicarsi alla sua sfera intima per rimettere ordine

Nella serata di ieri, invece, è arrivata la verità: la BBC ha fatto sapere che Tom Meighan si è auto accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex fidanzata Vikki Ager e per questo è stato condannato dal tribunale di Leicester.

I Kasabian, una volta arrivato il procedimento penale, hanno diffuso un comunicato in cui hanno reso noto ai fan il motivo dell’allontanamento di Tom Meighan dalla band:

“Ora che il procedimento giudiziario si è concluso, possiamo commentare l’uscita di Tom Meighan dai Kasabian.

Nessuno nella band voleva che ciò accadesse. Abbiamo lavorato tutti duramente negli ultimi 23 anni e avevamo grandi progetti per il nostro futuro. Abbiamo il cuore a pezzi.

Ma non ci restava altra scelta che chiedere a Tom di lasciare la band. Non c’è assolutamente modo di perdonare la sua aggressione. Violenza domestica e abusi di qualsiasi tipo sono totalmente inaccettabili. Non appena abbiamo scoperto le accuse mosse a Tom, noi come band abbiamo deciso che non potevamo più lavorare con lui. Purtroppo abbiamo dovuto trattenere queste informazioni fino a quando non è stato ritenuto colpevole in tribunale”.

Nel comunicato i Kasabian condannano fermamente ogni forma di violenza e affermano che la presenza di Tom nella band non era tollerabile alla luce delle accuse. Per la band, scrivono i Kasabian, non c’era altra scelta e per questo hanno chiesto al frontman di lasciare la formazione in forma definitiva.

Non manca una nota di amarezza: la band si aspettava che Tom Meighan facesse sapere a tutti la verità dal primo comunicato ma, scegliendo di non farlo, aveva fuorviato i fan. I Kasabian si dicono addolorati dalla vicenda e allo stesso tempo ringraziano il loro pubblico per il supporto e la comprensione.

L’aggressione per la quale Meighan è stato condannato ha avuto luogo il 9 aprile e la BBC ha riportato che ad aver chiamato la polizia sarebbe stato un bambino che avrebbe assistito alla violenza.

Ora Tom Meighan dei Kasabian, condannato per violenza, dovrà scontare 200 ore nei servizi sociali.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.