Paolo Sorrentino girerà un film per Netflix ambientato a Napoli

Paolo Sorrentino tornerà a Napoli per girare È Stata La Mano Di Dio, un nuovo film originale Netflix

223
CONDIVISIONI

Paolo Sorrentino tornerà nella sua Napoli per dirigere un nuovo film che sarà disponibile su Netflix. Il regista italiano – che nel 2014 vinse un Premio Oscar con il film La Grande Bellezza – scriverà e dirigerà la pellicola È Stata La Mano Di Dio. Un’occasione per mostrare agli spettatori di tutto il mondo il cinema italiano filtrato dagli occhi di uno tra i registi europei più importanti degli ultimi anni.

Paolo Sorrentino sbarca in America con “Youth”

I dettagli riguardo a questo progetto sono ancora pochi, ma sappiamo che sarà prodotto anche da Lorenzo Mieli per The Apartment Pictures. Le riprese partiranno tra non molto tempo nella meravigliosa Napoli. Paolo Sorrentino ha dichiarato:

Sono emozionato all’idea di tornare a girare a Napoli, vent’anni esatti dopo il mio primo film. È Stata La Mano Di Dio è, per la prima volta nella mia carriera, un film intimo e personale, un romanzo di formazione allegro e doloroso. Sono felice di condividere questa avventura col produttore Lorenzo Mieli, la sua The Apartment e Netflix. La sintonia con Teresa Moneo, David Kosse e Scott Stuber – di Netflix, sul significato di questo film, è stata immediata e folgorante. Mi hanno fatto sentire a casa, una condizione ideale, perché questo film, per me, significa esattamente questo: tornare a casa.

Anche gli appassionati di cinema sono emozionati all’idea di tornare a Napoli in compagnia di Sorrentino. Questa città è da sempre presente nei film del cineasta. Basti pensare che L’Uomo In Più, la prima pellicola diretta da Sorrentino, è ambientata proprio a Napoli. Nel suo capolavoro, La Grande Bellezza, il protagonista Jep Gambardella (Toni Servillo), pur trovandosi a Roma, è un personaggio con delle caratteristiche tipiche dei cittadini della città campana. In Loro, Silvio Berlusconi, a un certo punto, dice ai suoi assistenti “andiamo a Napoli”. Insomma, questa città per Sorrentino è una vera e propria ispirazione sotterranea. Questo legame è spiegato molto bene in alcune pagine del libro La luce necessaria. Conversazione con Luca Bigazzi (edito da Artdigiland, 2014, 326 pagine, 24,96 euro), di Alberto Spadafora.

La grande bellezza in versione integrale

Scott Stuber, Head of Films Netflix, ha così commentato la notizia:

Paolo è un autore straordinario, uno dei protagonisti del cinema mondiale. È Stata La Mano Di Dio è un film personale che lo riporta a Napoli, la sua città, ed è una storia scritta splendidamente con il suo stile inconfondibile. Per costruire una grande casa di produzione, servono grandi filmmaker da ogni parte del mondo, che raccontino storie in tutte le lingue. Con la maggior parte dei nostri abbonati fuori dagli Stati Uniti, sotto la guida di David, nell’ultimo anno abbiamo sviluppato la nostra iniziativa cinematografica internazionale e non vediamo l’ora di portare la storia di Paolo e molte altre a un pubblico globale.

Anche David Kosse, il Vice Presidente International Original Film di Netflix, non si è tirato indietro rilasciando la seguente dichiarazione:

Sono sempre stato un grande fan di Paolo Sorrentino, quindi non appena ci è stato presentato È Stata La Mano Di Dio, abbiamo capito che volevamo collaborare con lui e Lorenzo su questo progetto. È un onore lavorare con uno dei più grandi cineasti d’Europa e portare la sua incredibile storia al mondo.

Per il momento, non ci sono ulteriori dettagli riguardo a questo attesissimo progetto. Non ci resta che attendere ulteriori dettagli da parte della produzione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.