Quanto manca alla beta iOS 14 pubblica? Rilascio molto presto

Una manciata di giorni soltanto al rilascio dell'update per tester pubblici

18
CONDIVISIONI

La domanda che tanti fan di Apple si pongono è la seguente: la beta iOS 14 pubblica quando farà capolino? A più riprese è stato ribadito che il grande momento arriverà in questo mese di luglio ma non abbiamo a disposizione una data esatta per l’inizio del rilascio. Sulla questione, tuttavia, abbiamo appena raccolto un feedback ufficiale di Apple e possiamo pure ipotizzare un appuntamento ben preciso, grazie all’esperienza degli anni passati, in particolare quella per iOS 13.

Va ricordato che al day-one della WWDC 2020 dello scorso 22 giugno è stata lanciata la prima beta iOS 14 per gli sviluppatori. Gli esperti dunque, già da settimane, hanno toccato con mano questo aggiornamento ma per i tester pubblici i tempi dovrebbero essere pure oramai ridotti, come ammesso nel tweet del profilo Twitter Apple Supporto delle ultime ore.

Ebbene si, la beta iOS 14 pubblica dovrebbe giungere davvero presto, ma esattamente quando? Prendiamo in esame la tempistica di lancio della versione tester di Cupertino nel 2019 per iOS 13. In quel caso, la prima beta per gli sviluppatori arrivò all’apertura della WWDC del 3 giugno, la versione specifica per gli utenti finale, esattamente 3 settimane dopo, ossia il 24 giugno.

Seguendo la stessa tempistica rispettata nel 2019 per la versione dell’aggiornamento Apple di scena nell’ultimo anno, quando toccherebbe dunque all’update corrispettivo per iOS 14? La WWDC, come già riferito, si è svolta lo scorso 22 giugno e facendo trascorrere tre settimane esatte da questo primo appuntamento, il nuovo passo per i tester pubblici si compierebbe il prossimo lunedì 13 luglio.

In realtà qualche rumor vorrebbe il lancio della beta iOS 14 pubblica già oggi 6 luglio ma l’ipotesi, almeno al momento di questa pubblicazione, risulta improbabile e comunque non confermata. Apple potrebbe tuttavia anche stupirci e la cosa tornerebbe di certo utile a tutti coloro che bravano di tastare l’ultima fatica software degli sviluppatori. Seguiremo senza dubbio le prossime mosse di Cupertino.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.