Lo Schiacciacuore di Nina Zilli

Mi sono collegato con lei durante l’ultima puntata del Barone Rosso Solo Flight. Mi ha raccontato tanto della sua vita

157
CONDIVISIONI

Nina Zilli… mi fa strano chiamarla così, perché l’ho avuta al fianco in tutta l’edizione Roxy Bar 2000/2001. E allora era Chiara e il suo gruppo si chiamava Chiara e gli Scuri.

Poi la bimba è volata e ha fatto tante cose. Grande esperta di musica soul è diventata persino una bravissima conduttrice radiofonica. Presentatrice in TV. Ma, soprattutto, cantante. Soul.

Ha da poco pubblicato il suo singolo estivo, “Schiacciacuore”, con il featuring di Nitro. Così mi sono collegato con lei durante l’ultima puntata del Barone Rosso Solo Flight. Mi ha raccontato tanto della sua vita. Mi ha mostrato i pupazzi che ha nella sua stanza. Ha raccontato il suo nuovo brano e di una piantina dallo stesso nome, Schiacciacuore, che ha fatto crescere in diretta sul web dove c’era sempre qualcuno collegato a vederla crescere. Poi ha spiegato come la sua enorme conoscenza delle artiste soul sia nata nel periodo in cui abitava in America e divorava avidamente ogni libro che raccontava la storia di questi personaggi, star della musica nera.

Mi ha mandato anche una versione acustica di “Schiacciacuore”.

Ci siamo dati appuntamento per una battaglia di dischi con lei che mi farà ascoltare quelli che ama e io cercherò di farle scoprire vinili che non conosce.

www.redronnie.tv

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.