Dark 3 ha risposto alle domande che erano rimaste in sospeso? Ecco quello che potevamo vedere nella quarta stagione

Dark 4 non ci sarà ma le risposte ad alcune domande avrebbero potuto dare linfa a nuovi episodi

1
CONDIVISIONI

Dark 4 non ci sarà. Questo lo sappiamo ormai da un po’ e, forse, è meglio così. Una serie di questo tipo poteva davvero rischiare di andare oltre e diventare ripetitiva o, addirittura, scendere nel patetico superando una certa soglia e, per fortuna, questo non è successo, ma quanto è grande il vuoto che ha lasciato dentro il pubblico? Per un anno abbiamo atteso i nuovi episodi e in un attimo la maratona ci ha consumato lasciandosi un cumulo di emozioni ma anche alcuni interrogativi che, forse, potevano essere alla base di un’eventuale quarta stagione.

Ormai sono passate due settimane dall’apocalisse e dall’arrivo su Netflix di Dark 3, ma abbiamo davvero avuto tutte le risposte che cercavamo? Possiamo sicuramente dire di no. La terza e oscura stagione della serie ci ha portati in un mondo tutto nuovo, quello di Eva, dove una combattiva Martha stava cercando le stesse risposte e gli stessi risultati di Jonas, nel mondo di Adam. A parte i richiami religiosi, alla fine la soluzione era solo una lasciar “vivere” il mondo di Origine e distruggere i loro e, quindi, lasciarsi andare a vicenda nel modo più struggente mai visto.

Ma davvero tutti gli elementi della storia hanno avuto il proprio posto in questo perfetto finale? Possiamo dire con certezza di no. La prima domanda rimasta appesa è quella riguardante Regina. La distruzione del nodo non ha spazzato via la vita della donna e questo era l’intento di Klaudia sin dall’inizio, ma chi è il padre di Regina? Sicuramente non fa parte della famiglia Nielsesn visto che è sopravvissuta alla distruzione proprio qualche minuto dopo la rivelazione della madre nel bosco: Tronte non è mai stato suo padre. Che sia proprio Bernd Doppler? Anche se non è stato chiaro, sembra proprio che lui e Klaudia si conoscessero e, ad un certo, negli anni ’70, abbiano avuto una relazione anche se qualcuno ha parlato addirittura di violenza.

Altro protagonista assoluto del finale di Dark 3 è sicuramente Woller. In molti hanno chiesto uno spin-off sul suo personaggio per via di quello che ha significato per la serie e per i suoi sguardi nel finale, ma cosa gli è successo? Per due stagioni lo abbiamo visto con la benda sull’occhio e solo con l’arrivo di Clausen si era lasciato andare al racconto di quella che ha definito “una storia imbarazzante” fino a che Klaudia non li ha interrotti. Nell’ultimo capitolo, nel mondo di Eva, l’occhio di Woller stava bene ma invece non aveva il braccio sinistro confermando che l’evento è comunque accaduto, ma di cosa si tratta? Nel finale riappare con l’occhio ferito e con entrambe le braccia. Cosa è successo davvero a Woller?

Infine, in molti si sono chiesti in che modo Klaudia abbia scoperto l’origine del ciclo visto che lei stessa lo rivela ad Adam nel capitolo finale. Se tutti erano sempre destinati a compiere le stesse azioni, come ha fatto lei a cambiare le cose? Sembra che la chiave di lettura sia proprio la famosa frazione di secondo in cui niente è legato, la stessa che Jonas e Martha hanno usato per spezzare il ciclo, anche lei ha usato questo tempo per incontrare la sua versione più giovane per raccontarle tutto?

Non ci rimane che speculare visto che Dark 4 non ci sarà.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.