Sandra Oh si è candidata a protagonista di un’altra serie di Shonda Rhimes mentre interpretava Grey’s Anatomy

La rivelazione di Sandra Oh sul ruolo che avrebbe voluto interpretare mentre era nei panni di Cristina Yang in Grey's Anatomy

165
CONDIVISIONI

E se Olivia Pope avesse avuto gli occhi a mandorla? Impossibile immaginarla così dopo aver visto l’intera epopea politico-giudiziaria interpretata da Kerry Washington, prima attrice di colore protagonista di una serie drammatica in quarant’anni, ma Sandra Oh ci ha comunque provato a candidarsi per quel ruolo dopo aver letto per la prima volta il copione dell’episodio pilota.

Mentre interpretava Cristina Yang in Grey’s Anatomy, la Oh è rimasta folgorata dalla lettura della sceneggiatura di Scandal: era il 2010 e sul set della quinta stagione del medical drama creato e prodotto da Shonda Rhimes circolava lo script del pilota di Scandal. Quando Sandra Oh se l’è ritrovato tra le mani, ha chiesto alla showrunner se potesse esserne protagonista nel ruolo di Olivia Pope, che poi sarebbe andato a Kerry Washington.

La confessione è emersa durante un colloquio ricco di rivelazioni tra le due attrici, che si sono incontrate per il format Actors on Actors di Variety, un’intervista senza mediazioni realizzata tra celebrità del cinema e della tv. La Washington ha raccontato di aver ricevuto il copione di Scandal in un momento in cui il settore sembrava non offrire opportunità interessanti.

Ad essere sincera, non mi piaceva niente di ciò che stavo leggendo nel mondo del cinema. Non mi sentivo ispirata dal settore, dalle reazioni al mio lavoro, dalle opportunità. Quando ho letto la sceneggiatura di “Scandal” che aveva una donna nera al centro di una storia ed era una complicata antieroina – per molti aspetti ispiratrice e per molti versi tanto imperfetta – mi è sembrato un miracolo. Mi sembrava di avere un miracolo tra le mani, leggendo quella sceneggiatura.

Al ricordo della Washington ha fatto eco quello di Sandra Oh, che ha spiegato di ricordare esattamente il momento in cui ha letto per la prima volta la sceneggiatura del primo episodio di Scandal: sul set di Grey’s Anatomy, quando ha avuto modo di scoprire la nuova serie di Shonda Rhimes in lavorazione per ABC, ha tentato perfino di diventarne la protagonista.

Ricordo esattamente dov’ero quando ho letto quel maledetto pilota. Sì. Ero su “Grey’s”. Eravamo sul quinto capitolo. Qualcuno me lo ha nascosto, non so chi fosse, ma ho messo le mani su quel pilota e l’ho letto e ho pensato: “Come potrei interpretare Olivia Pope?”. Ricordo di essere andata da Shonda, per dirle qualcosa come: “Come potrei farlo? Cos’è questa sceneggiatura? Potrei farlo anche io?”. E lei mi ha risposto: “No, devi interpretare Cristina Yang!”. Ma sento anche che è così meraviglioso e raro quando hai tra le mani qualcosa che sai essere elettrico, che puoi sentire.

La Washington ha sorriso all’idea che la collega volesse il suo ruolo, ma Sandra Oh si è anche detta felice che alla fine ad impersonare la Pope sia stata proprio lei. D’altronde l’eredità di Scandal non può essere in alcun modo slegata dalla sua protagonista.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.