Non Dirò Il Tuo Nome di Gianluca Grignani è il sequel di La Mia Storia Tra Le Dita (audio e testo)

Il nuovo singolo di Gianluca Grignani riscrive La Mia Storia Tra Le Dita: il brano è in radio dal 3 luglio

Non Dirò Il Tuo Nome di Gianluca Grignani è il terzo singolo da Verde Smeraldo, album in tre volumi la cui prima parte sarà rilasciata entro l’anno. Il brano è in radio dal 3 luglio ed è rilasciato su etichetta Falco A Metà con la distribuzione di Sony Music Italia.

Il ritorno di Gianluca Grignani è avvenuto nel giorno di Capodanno, con il rilascio di Tu Che Ne Sai Di Me. La musica del nuovo disco è poi continuata con Dimmi Cos’Hai, che ha pubblicato durante il lockdown. Non Dirò Il Tuo Nome arriva, invece, a 25 anni da La Mia Storia Tra Le Dita e che a questa si ispira.

Racconta Gianluca Grignani:

“Non Dirò Il Tuo Nome è una ballata rock ispirata di matrice blues. Questo brano l’ho scritto così, praticamente di getto in una notte in cui i ricordi di gioventù hanno preso il sopravvento”.

Gianluca Grignani riscrive quindi La Mia Storia Tra Le Dita dopo 25, con il ricordo di quell’amore che l’aveva ispirato. Il nome della donna a cui è dedicata non è stato rivelato, oggi come allora, anche se compare in forma velata.

L’artista di Falco A Metà sarà in concerto nel 2021 per il recupero delle date che avrebbe dovuto tenere in aprile e poi nel mese di ottobre. Le nuove date sono fissate nel 20 marzo al Fabrique di Milano e il 27 marzo all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Le prevendite dei biglietti sono già aperte.

Il rilascio di Verde Smeraldo è previsto in tre volumi, uno dei quali entro il 2020. Il nuovo album arriva dopo diversi anni di silenzio, nei quali l’artista ha continuato a lavorare duramente sul nuovo progetto che sta per essere rilasciato. Tutte le registrazioni sono state effettuate nello studio personale di Gianluca Grignani, che ha curato i testi e gli arrangiamenti dei nuovi brani.

Testo Non Dirò Il Tuo Nome Gianluca Grignani

Vedrai (Vedrai ) lo sai
che io ricomincerà
sarà (sarà) però
da dove solo io so tutto inizio

no, non dirò il tuo nome
so che non ti va (so che non ti va)
poi penso ai tuoi occhi e vedo una città
inseguivo il mio sogno… tutto qua
e da adesso ho bisogno anch’io
della tua dolcezza
come si fa?

Lo so, che c’è
con chi ridi e vivi oggi la tua realtà
ma esiste in me
un ragazzo che ancora crede che

no, non dirò il tuo nome
so che non ti va
poi penso ai tuoi occhi e vedo una città
tu inseguivi i miei passi, mio Dio
e io chissà (e io chissà)
per un attimo è vero… ci ho creduto ma

Ti ricordi il mare? Era immobile
eppure a noi due ci faceva muovere
ti ricordi Hendrix e la sua chitarra?
Mentre io disegnavo note… per te sulla sabbia

No non dirò il tuo nome,
so che non ti va, baby
ma di stare insieme quante erano le probabilità?
tu inseguivi i miei sguardi ed io…
ed io chissà
per un attimo, giuro, ci ho creduto ma
mi manchi ora più di allora
mi manchi ancora
l’ho detto ormai, sì
vorrei dirti com’è che sto
ma prima tu come stai? Tu come stai? (Stai?)

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.