Rita Pavone risponde a Beppe Severgnini sulle residenze fiscali all’estero: “Ricevo odio sui social per colpa sua”

Beppe Severgnini aveva accusato Rita Pavone di avere residenze fiscali all'estero. Ecco la risposta della cantante

In un video pubblicato su YouTube Rita Pavone risponde a Beppe Severgnini sulle allusioni del giornalista circa le residenze fiscali di alcuni artisti.

La voce di Niente (Resilienza 74), nei giorni della sua partecipazione a Sanremo 2020, era stata oggetto di un servizio di Severgnini all’interno della rubrica Fotosintesi su CorriereTV. Il giornalista affermava che Rita Pavone aveva deciso di trasferirsi in Svizzera mentre parlava di artisti che trasferiscono la propria residenza fiscale all’estero.

A seguito del servizio di Fotosintesi Rita Pavone, come racconta nella sua replica, era stata raggiunta da un’ondata di odio social nel quale tantissimi utenti l’avevano offesa facendo riferimento proprio al lavoro di Severgnini.

“Io vivo in Svizzera dal 1969, lo sanno tutti!, dice la cantante per rispondere alle accuse. Per cercare di fermare quell’ondata di odio, dunque, Rita Pavone aveva contattato il giornalista via email e tra i due era nato uno scambio conclusosi con la promessa di Severgnini di rimediare all’errore una volta terminato il lockdown.

Ciò non è mai avvenuto e il servizio del giornalista di CorriereTV, come mostra Rita Pavone nel video, è ancora online. “Io non ho residenze fiscali all’estero”, continua la cantante torinese: Io vivo all’estero da 51 anni, ribadisce non senza un filo di stizza.

Nella sua replica la Pavone ricorda la deontologia del giornalista che consiste nel verificare le notizie prima di renderle pubbliche. Un altro punto in cui la cantante si sofferma è quello del doppio passaporto cui Severgnini fa riferimento, affermando che l’artista paghi le tasse soltanto in Svizzera.

Anche su questo Rita Pavone risponde a Beppe Severgnini ricordando che per ogni sua apparizione pubblica, secondo la legge, il fisco italiano le trattiene il 30% alla fonte, dunque sono tasse che la cantante paga in Italia.

Ricordando che lui stesso, durante un intervento su La7, si era pronunciato contro la diffamazione, al termine del video Rita Pavone risponde a Beppe Severgnini con un’ultima frase: “Lei parla molto bene ma razzola male”.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.