Recensione The 100 7×07, l’episodio Echo-centrico suscita qualche perplessità: promo 7×08

Nell'episodio diretto dall'attrice Lindsey Morgan, The 100 7x07 offre uno sguardo intimo a Echo, il suo rapporto con Bellamy e altre rivelazioni su Clarke: la nostra recensione

1
CONDIVISIONI

Echo non è mai stato un personaggio preferito dai fan, ma lo è del creatore Jason Rothenberg. L’episodi0 di The 100 7×07, che segna il debutto alla regia dell’attrice Lindsey Morgan (volto di Raven Rayes), offre uno sguardo intimo alla guerriera interpretata da Tasya Teles fin dalla quarta stagione.

Amata e odiata, Echo non è entrata del tutto nel cuore del pubblico per il suo comportamento violento e impulsivo, perciò un episodio incentrato su di lei suscita qualche perplessità. In passato ha tentato di uccidere i fratelli Blake (ha pugnalato Octavia, e tutti l’hanno creduta morta), non si è mai fatta scrupoli dimostrando di non avere alcun rimorso. È difficile comprendere le sue motivazioni, ma di una cosa siamo certi: Echo è leale alle persone che le offrono una seconda occasione. Lo è stata sotto il comando di Roan, e lo è diventata entrando a far parte del gruppo di Bellamy, Raven, Murphy ed Emori.

Per capire meglio il carattere di Echo, The 100 7×07 ci porta indietro nel tempo per scoprire com’è nato il rapporto con Bellamy e cosa l’abbia spinto tra le sue braccia. “La lealtà non è una tua debolezza”, la giustifica il fratello di Octavia in un breve flashback che ci permette di rivedere Bob Morley, assente per motivi personali per la maggior parte dell’ultima stagione.

Un altro momento interessante è la partita a scacchi tra John Murphy e Russell/Sheidheda in cui il gioco diventa una metafora sulla sopravvivenza e cosa si è disposti a fare pur di restare vivi. Di sicuro Sheidheda sa come muovere le sue pedine (anche in senso figurato), ma anche Murphy sa come giocare le sue carte quando nomina Lexa e il lavoro compiuto in passato per riunire i clan.

L’episodio offre anche uno sguardo al complesso rapporto tra Diyoza e Hope, madre e figlia a confronto. C’è molto di cui discutere, tanto da recuperare, e speriamo che The 100 non decida di separarle di nuovo prima del gran finale.

Come spesso accaduto in questa stagione, il futuro di un altro personaggio è in bilico: Emori, che tanto si è battuta mostrando di essere una protagonista secondaria in grado di reggere anche senza Murphy accanto, è veramente morta?

The 100 7×07 si conclude con un’importante rivelazione: Clarke è la chiave, ma esattamente per chi? E quale sarà il suo ruolo? Per rimarcare come l’ultima stagione stia completando il cerchio, il personaggio di Bill Cadogan, fondatore del culto della Second Dawn, viene riesumato. Probabilmente le domande riceveranno qualche risposta nel prossimo episodio dal titolo Anaconda; è lo stesso che fungerà da backdoor pilot all’annunciato prequel di The 100.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.