Gattina lanciata dal balcone da bimbo, scoppia l’ira sui social

Non ha lasciato indifferenti gli utenti del web la storia della gattina lanciata dal balcone, con commenti feroci che non sono tardati ad arrivare.

377
CONDIVISIONI

Ha commosso e indignato in egual misura la storia della gattina lanciata dal balcone. Soltanto pochi i mesi di vita della felina che, suo malgrado, si è ritrovata a precipitare nel vuoto in quel di Torino. Colpevole del gesto scellerato un bambino di soli cinque anni. Ancora ignote le cause che hanno portato al verificarsi della spiacevole situazione. Non è chiaro se dunque il tutto sia stato frutto di un malsano modo di giocare o di un atto di rabbia sfociato nel peggiore degli epiloghi.

Quello che è certo è che la comunità social non ha mancato di schierarsi sulla vicenda, con i commenti sul web che sono stati particolarmente roventi. E altrettanto inclementi nei confronti dell’intero nucleo familiare di cui fa parte il bambino.

Gattina lanciata dal balcone, la furia del web

A nulla sono purtroppo valsi i tentativi delle Sfigatte, l’associazione di volontarie che hanno tentato in tutti i modi di salvare la gattina lanciata dal balcone. Miracle – questo il nome che le avevano dato, in segno di buon auspicio – non ce l’ha fatta. E proprio l’associazione Sfigatte fa sapere che il tutto non resterà impunito. “Prenderemo i necessari provvedimenti perché questi genitori negligenti non la passino liscia”, un messaggio chiaro che è il preludio a una denuncia.

Lo sconsiderato gesto è avvenuto in un attimo. I genitori del bambino, presenti nel momento in cui la gattina è stata lanciata dal balcone, hanno provato a evitare il drammatico epilogo. Una reazione che però non è stata sufficientemente rapida, e ha visto la micia andare incontro al suo tragico destino.

A sconvolgere è però l’atteggiamento incurante successivo alla tragedia da parte della famiglia, che non ha provato neanche a prestare gli inutili soccorsi all’animale. Il tutto è stato raccontato sulla pagina social delle Sfigatte, complice la presenza sul posto di una delle membri.

E non sono mancati commenti sdegnati da parte degli utenti, che in alcuni frangenti sono sfociati anche in minacce alla famiglia. Un atteggiamento dal quale l’associazione si è chiaramente dissociata, cercando di ristabilire i toni di un dibattito civile.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.