I concerti di Ultimo nel 2021, dalla data zero al Circo Massimo: il calendario aggiornato dopo i posticipi per Coronavirus

Ultimo annuncia il recupero dei concerti inizialmente in programma per quest'estate: ecco il nuovo calendario

73
CONDIVISIONI

Sono stati annunciati i concerti di Ultimo nel 2021. Il tour negli stadi, originariamente in programma nel 2020, è stato posticipato al prossimo anno a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus che rende impossibile i live in grandi location.

Oggi è lo stesso Ultimo ad annunciare le nuove date dei concerti. Il tour 2021 partirà con la data zero di Bibione il prossimo 4 giugno e si chiuderà al Circo Massimo di Roma il 18 luglio dopo un lungo giro nei principali stadi italiani.

Sono confermati i due concerti allo Stadio San Paolo di Napoli e anche quelli in programma allo Stadio San Siro di Milano. Le città toccate restano le stesse previste nel tour che si sarebbe dovuto tenere quest’anno: cambiano le date degli eventi, che slittano di un anno.

Confermato è anche il concerto in Sicilia ma si attendono aggiornamenti sulla data dello spettacolo e sullo stadio che accoglierà il live di Ultimo. Si tratta dell’unico concerto a non avere ancora dettagli che verranno sicuramente annunciati nei prossimi giorni.

I biglietti già acquistati per il tour 2020 di Ultimo rimarranno validi per accedere ai rispettivi nuovi appuntamenti.

I concerti di Ultimo nel 2021

4 giugno: Bibione – Stadio Comunale (data zero)
8 giugno: Torino – Stadio Olimpico Grande
12 giugno: Napoli – Stadio San Paolo (sold out)
13 giugno: Napoli – Stadio San Paolo
16 giugno: Firenze – Stadio Franchi
17 giugno: Firenze – Stadio Franchi
21 giugno: Modena – Stadio Braglia
25 giugno: Ancona – Stadio del Conero
29 giugno: Pescara – Stadio Adriatico
2 luglio: Milano – Stadio San Siro
3 luglio: Milano – Stadio San Siro
8 luglio: Bari – Stadio San Nicola
TBA Sicilia
18 luglio: Roma – Circo Massimo

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.