Giorgia canta Non Sono Una Signora per I Love My Radio, scritto da Fossati per Loredana Bertè

Da oggi in radio Non Sono Una Signora nella versione di Giorgia: è la quinta cover del progetto I Love My Radio

18
CONDIVISIONI

Giorgia canta Non Sono Una Signora per I Love My Radio: è questa la quinta cover del progetto che celebra la radio e ne festeggia i 45 anni.

Il brano è stato scritto da Ivano Fossati nel 1982 per Loredana Bertè e oggi Giorgia ne fornisce una sua inedita interpretazione con un tocco d’estate.

Da lunedì 29 giugno, Giorgia si unisce al progetto I Love My Radio e presta la sua voce per Non Sono Una Signora al fine di festeggiare le radio italiane. Scrive sui social che il brano è stato scritto da Ivano Fossati nel 1982 “per la nostra grande unica inimitabile Loredana Bertè che lo ha reso un pezzo di storia della nostra musica”.

Ora tocca a Giorgia riportarlo in radio e, a giudicare dai primi ascolti, la missione è da considerarsi perfettamente riuscita. Non Sono Una Signora nella versione di Giorgia ha già conquistato tutti in una versione molto più estiva che si adatta perfettamente alla nuova stagione.

Senza stravolgere le melodie e il sound della versione originale di Fossati, Giorgia ne fornire una sua personale interpretazione, particolarmente adatta al periodo estivo.

La cover è al momento in rotazione solo ed esclusivamente in radio: non è disponibile per l’ascolto in digitale.

Non Sono Una Signora è la quinta cover che unisce le radio italiane, dopo Mare Mare di Elisa, Quando di Marco Mengoni, La Donna Cannone di Gianna Nannini e Una Donna Per Amico di Eros Ramazzotti. In totale sono 10 le cover dei Big della musica italiana, in rotazione radiofonica una a settimana.

Per le prossime settimane sono attese le cover di Biagio AntonacciTiziano Ferro Massimo RanieriJ-AxJovanottiNegramaro.

Testo Non Sono Una Signora

La fretta del cuore
È già una novità
Che dietro un giornale sta
Cambiando opinioni
E il male del giorno
E’ pochi chilometri a sud
Del muio ritorno
Del mio buongiornoMa è un volo a planare
Dentro il peggiore Motel
Di questa “carretera”
Di questa vita-balera
È un volo a planare
Per essere inchiodati qui
Crocefissi al muro
Ma come ricordarlo oraNon sono una signora
Una con tutte stelle nella vita
Non sono una signora
Ma una per cui la guerra non è mai
Finita
Oh no, ho noIo che sono una foglia d’argento
Nata da un albero abbattuto qua
E che vorrebbe inseguire il vento
Ma che non ce la fa
Oh ma che brutta fatica
Cadere qualche metro in là
Dalla mia sventura
Dalla mia pauraÈ un volo a planare
Per esser ricordati qui
Per non saper volare
Ma come ricordarlo oraNon sono una signora
Una con tutte stelle nella vita
Non sono una signora
Ma una per cui la guerra
Non è mai finita
Non sono una signora
Una con troppi segni nella vita
Oh no, oh no
Non sono una signora

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.