Bonus baby sitter 2020 coinvolge anche i nonni? Ecco come ottenerlo

Si allarga il raggio d'azione del bonus baby sitter, che include anche i nonni, a patto però che siano rispettati determinati parametri

Tra i numerosi strumenti di sostegno economico varati dal governo a seguito della pandemia di Covid-19, spicca senz’altro il bonus baby sitter 2020. Con le scuole chiuse e i centri estivi che lavorano a regime ridotto, nel rispetto del distanziamento sociale, occorre ai genitori lavoratori un’alternativa che permetta loro di lasciare i figli a casa in sicurezza durante le ore del giorno.

Ed è un bonus baby sitter 2020 che allarga considerevolmente il suo raggio d’azione, vista la circolare INPS che chiarisce la situazione. E fornisce alla famiglie una validissima alternativa ai congedi e ai succitati centi estivi.

Bonus baby sitter 2020, come cambia la situazione

Ci ha pensato il Decreto Cura Italia prima, e il Decreto Rilancio poi, a regolarizzare la situazione per quanto concerne il bonus baby sitter 2020. Ma è un panorama in continuo e dinamico divenire quello a cui stiamo assistendo, con i voucher massimi da 1.200 euro che saranno erogabili anche in circostanze diverse rispetto a quelle originariamente preventivate.

L’utilizzo dei voucher in question con Libretto Famiglia, spendibili esclusivamente sul portale INPS, il cui valore massimo è fissato a 1.200 euro per coprire prestazione di baby sitting nell’intervallo temporale compreso tra il 5 marzo e il 31 luglio 2020 potrà essere legittimamente indirizzato verso familiari. Ecco dunque che si apre alla possibilità di indicare come beneficiari i nonni, a patto però che questi ultimi non siano conviventi con il nucleo familiare in cui sono presenti i destinatari della prestazione di baby sitting.

Rientrano tra i potenziali beneficiari del bonus in questione anche coniugi non conviventi con chi ha effettuato la richiesta. Compresi quindi anche gli altri genitori, anche se separato oppure divorziato.

Il limite massimo entro cui è possibile effettuare la registrazione della richiesta sul sito INPS è fissato al 31 dicembre 2020, con l’erogazione del voucher da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale che avverrà entro 15 giorni dalla comunicazione di buon esito della procedura da parte dell’ente. Ricordiamo che le prestazioni di baby sitting saldate dovranno fare riferimento alla parentesi temporale citata in precedenza.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.