Svolta editoria online: Google disposta a pagare per articoli di qualità

Era già stato detto, ma adesso è arrivata la conferma del progetto di Google per l'editoria online

L’editoria è un campo che Google intende spingere parecchio, facendo sapere di essere anche disposta a pagare per la pubblicazione di contenuti di alta qualità in licenza su News e sulla sezione Discover (collocata nella pagina a sinistra dei launcher Android, oltre che sul portale mobile del motore di ricerca). Ci furono già alcune indiscrezioni in questo senso, ma adesso l’annuncio è praticamente ufficiale, come riportato sul blog ufficiale di casa Google. Il colosso di Mountain View non vuole perdere tempo, tanto da aver già stretto accordi commerciali con editori operanti in Australia, Brasile e Germania (l’espansione verso altri Paesi sarà progressiva).

Il tweet pubblicato da Sundar Pichai, amministratore delegato di Google, non lascia spazio ad altre interpretazioni, parlando apertamente di “high quality content” e “enhanced storytelling experience”. L’obiettivo è quello di entrare nel merito di argomentazioni complesse, compiendo pressoché lo stesso passo mosso da Apple con News+, che però ricordiamo essere un servizio in abbonamento a differenza di quello che ha in mente il colosso di Mountain View, che non richiederà soldi agli utenti (laddove possibile, sarà al contrario l’azienda a pagare per consentire ai fruitori di oltrepassare i paywall, oltre chiaramente a sobbarcarsi le spese destinate agli editori).

Un’iniziativa più che lodevole per il mondo dell’editoria, che aveva proprio bisogno di una boccata d’aria fresca per alzare il proprio livello qualitativo. Alcuni dettagli specifici ancora non appaiono chiari, ma siamo certi che la Google non mancherà di approfondire il discorso il prima possibile, fornendo un’esaustiva impalcatura argomentativa a tutta la proposta che intende avanzare, estendendo presto il raggio d’azione ad altri Paesi (per adesso, come vi dicevamo sopra, il discorso sembra essere limitato ad Australia, Brasile e Germania). Se avete qualcosa da chiedere il box dei commenti in basso è sempre disponibile.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.