Privacy rinnovata con Safari 14: Apple pronta a Face e Touch ID

Il colosso di Cupertino manda in pensione le password alfanumeriche, per un sistema di autenticazione più immediato e sicuro

11
CONDIVISIONI

Come molti appassionati già sapranno, il nuovo Safari 14 sarà disponibile con i chiacchieratissimi aggiornamenti iOS 14macOS Big Sur soltanto nel corso della stagione autunnale. Eppure già tantissimi stanno testando in beta – qui vi abbiamo spiegato come fare – l’ultima versione del sistema operativo di casa Apple, così come quella del browser nativo di iPhone, iPad e Mac, incuriositi dalle tante feature messe sul piatto nel corso della recente WWDC 2020.

E se è vero che le novità ufficiali di iOS 14 e Safari 14 sono piuttosto importanti e destinate a cambiare il nostro modo di fruire dei device made in Cupertino, quelli che stanno toccando con mano gli update continuano a comunicare al resto della community tanti altri dettagli “minori”, ma non per questo meno interessanti. Non a caso, come si legge sulle pagine del portale The Verge, il changelog della versione beta riporta una funzione che renderà più sicuro e funzionale effettuare il log-in sui siti web. Grazie al sistema API Web Authentication, Apple dirà infatti addio alle tradizionali password per appoggiarsi invece ai già noti sistemi biometrici integrati in molti dei suoi dispositivi, vale a dire Face ID e Touch ID, con un sistema molto simile a quello che viene utilizzato con le app per i device mobile iOS.

Tutti quei siti web che utilizzeranno questa nuova opzione di Safari 14 andranno quindi a chiederci se, dopo aver inserito la tradizionale password, vorremo utilizzare Face ID e Touch ID per gli accessi successivi, rendendo le autentificazioni molto più veloci e immediate, e con protocolli più sicuri rispetto a quelli alfanumerici. Il tutto per un sistema che si basa sullo standard WebAuthn, promosso dal consorzio FIDO Alliance per l’autenticazione senza password sul web – consorzio di cui fanno parte anche altri colossi hi-tech come Google, Facebook e Amazon, solo per ciarne alcuni. Cosa ne dite, questa feature di Safari vi pare comoda?

Segui gli aggiornamenti della sezione iOS 10 sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.