L’addio di Alessandro Cattelan a EPCC per la Rai? “Alzate un bicchiere e brindiamo insieme alla nostra”

Con un post sui social, Cattelan ringrazia per i 7 anni di EPCC

Photo by Andrea Diodato/NurPhoto via Getty Images

Dietro l’angolo potrebbe esserci l’addio di Alessandro Cattelan a EPCC. Il conduttore potrebbe aver annunciato la fine del suo programma, E Poi C’è Cattelan, in onda su Sky Uno. All’orizzonte, forse, il tanto vociferato contratto in Rai che potrebbe portarlo alla conduzione del Festival di Sanremo, ma non nel 2021.

Se a capo del Festival di Sanremo numero 71 ci sarà ancora Amadeus, Alessandro Cattelan potrebbe arrivare all’Ariston nel 2022 ma forse sarebbe ancora troppo presto. Si ipotizza quindi che ad Alessandro Cattean possa essere assegnata la conduzione del Dopofestival o di un altro evento collaterale, piuttosto che la manifestazione musicale principale.

Ma al 2022 manca ancora troppo tempo e, del resto, non è stato confermato neanche l’arrivo di Cattelan in Rai. Per fare programmi ed ipotizzare progetti è decisamente troppo presto.

Non è presto invece per ipotizzare la chiusura di EPCC. L’addio di Alessandro Cattelan a EPCC potrebbe già essere arrivato via social network nel giorno dell’ultima puntata del programma.

Alessandro Cattelan ha condiviso un’immagine in un post su Instagram intitolato The Last Dance. Non è chiaro però se Cattelan si riferisse esclusivamente alla conclusione della stagione 2020 del programma oppure alla sua intera programmazione.

“THE LAST DANCE – questa sera c’è l’ultima puntata di #EPCC. Questo gruppo negli ultimi 7 anni è stato al vostro servizio, per intrattenervi e stupirvi, raggiungendo obiettivi che 7 anni prima ci saremmo vergognati anche solo a immaginare. Abbiamo rivitalizzato la seconda serata, siamo diventati un brand e un termine di paragone, abbiamo fatto il possibile per farvi sorridere. Questa sera guardando l’ultima puntata, alzate un bicchiere e brindiamo insieme alla nostra”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.