J-Ax contro i colleghi artisti che non hanno appoggiato Sergio Sylvestre dopo i commenti razzisti

Continua a tenere banco il caso Sergio Sylvestre con J-Ax che ha qualcosa da dire ai colleghi artisti

J-Ax contro i colleghi artisti che non hanno difeso Sergio Sylvestre dopo gli insulti razzisti ricevuti a seguito dell’esibizione prima della finale di Coppa Italia, nella quale ha portato l’Inno di Mameli sbagliando un verso per la troppa emozione.

L’artista è intervenuto a 105 Mi Casa, in cui ha rivelato quali siano state le sue impressioni in merito al comportamento dei suoi colleghi dopo l’esibizione allo Stadio Olimpico di Roma, dove si è tenuto il match tra Juventus e Napoli, poi vinto dalla squadra guidata da Rino Gattuso.

“Volevo dare un grosso bacio a Elodie ed Emma e un abbraccio a Nek, perché mi sembra siano gli unici che insieme a me si sono esposti su questa cosa, perché quando si tratta di situazioni del genere i grandi cantanti che fanno tanto i fenomeni non si espongono per paura di perdere follower. Di quelli famosi ho visto solo loro. A tutti gli altri posso chiedere ‘dove caz*o eravate?‘. Fate tanto i fenomeni, poi quando è il momento di esporvi per paura di perdere qualche centinaia di follower non lo fate”.

J-Ax e Nek hanno condiviso l’esperienza di coach ad Amici di Maria De Filippi nel 2016, anno nel quale hanno portato alla vittoria proprio il giovane artista americano. Dopo la partecipazione al talent, tra Sergio Sylvestre, J-Ax e Nek sono continuate le collaborazioni e il rapporto di amicizia. I due ex coach erano già intervenuti sui social per difendere Sylvestre, sommerso dalle critiche per aver sbagliato l’Inno Nazionale. Il video ha fatto immediatamente il giro del web, con critiche che si sono sprecate da ogni angolo della rete.

A tornare sull’accaduto è stato anche Sergio Sylvestre, che ha spiegato il motivo per il quale si sia bloccato durante l’esibizione per la finale di Coppa Italia. L’emozione ha fatto la sua parte, ma anche un intero stadio vuoto che non può trasmettere empatia.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.