Arrivano anche gli sticker WhatsApp animati, 3 fasi di test

Non solo adesivi statici ma anche dinamici a partire da questo momento

5
CONDIVISIONI

Sempre più in voga gli sticker WhatsApp, ora anche animati. La novità degli adesivi dinamici è già in beta, nella versione Android dell’applicazione di messaggistica 2.20.194.7. Il sempre ben informato WABetaInfo, comunica le modalità con le quali la nuova funzione sarà a disposizione di sempre più utenti, attraverso un rilascio in tre fasi.

Al momento non tutti coloro che hanno scaricato la beta Android dello strumento di comunicazione usufruiscono degli sticker WhatsApp animati. La possibilità verrà distribuita a piccoli passi, a step progressivi, secondo la seguente dinamica:

  • in prima battuta sarà possibile iniziare a visualizzare gli adesivi dinamici e dunque salvarli e condividerli;
  • in un secondo momento, sarà possibile importare gli sticker animati anche da app di terze parti;
  • il download dei pacchetti sarà possibile ben presto anche attraverso la stessa app di WhatsApp, nella sezione dedicata, come è ora possibile scaricare quelli statici.

Quali sono gli sticker WhatsApp animati già in circolazione e magari ben presto disponibili per molti? I nomi dei pacchetti ora in circolazione sono i seguenti: Playful Piyomaru, Rico’s Sweet Life, Moody Foodies, Chummy Chum Chums e ancora Bright Days. Questi ultime dovrebbero essere le soluzioni proprietarie fornite proprio dallo strumento di comunicazione ma a queste dovrebbero aggiungersene di nuove e anche proposte da sviluppatori terzi, come pure già specificato.

Al momento, almeno nella prima beta con gli sticker WhatsApp animati, gli adesivi non sono proposti in loop ma, la loro animazione (almeno ad un certo punto) si blocca. La funzione di ripetizione della dinamicità dell’adesivo potrebbe comunque ancora essere prevista dagli sviluppatori e dunque essere prevista in un secondo momento.

Gli sticker WhatsApp dinamici si aggiungono ad una carrellata di altre novità previste per l’app di messaggistica nel breve periodo. In particolar modo, queste riguardano la ricerca delle immagini, dei test in chat, l’archiviazione delle conversazioni e ancora i messaggi vocali.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.