Jurassic Park è al primo posto del box office a 27 anni dall’uscita

I dinosauri tornano a ruggire sul grande schermo: Jurassic Park conquista il primo posto del box office statunitense

212
CONDIVISIONI

Jurassic Park, l’immortale cult di Steven Spielberg, è nuovamente al primo posto del box office statunitense, per la quarta volta nella sua storia. Il film uscito nel 1993 è stato proiettato nuovamente sul grande schermo per spingere sempre più persone a recarsi presso le sale cinematografiche durante la riapertura in corso, dopo la chiusura causata dal Covid-19.

I cinema non sono stati riaperti solo in Italia, ma anche in altre località, tra cui gli USA. Il numero di cinema aperti negli Stati Uniti d’America continua ad aumentare sempre più, ma per il momento non vi sono prime visioni. Per velocizzare la fase di ripresa, in America Jurassic Park è stato proiettato in 230 sale cinematografiche.

Il logo di Jurassic Park

Per la quarta volta in 27 anni, il film di Spielberg si trova al primo posto nella classifica del box office, con un guadagno di oltre 517.600 dollari. La pellicola, proposta durante la settimana della Festa del Papà, ha superato anche Trolls World Tour e The Invisible Man, che si sono collocati tra i primi posti durante le scorse settimane con cifre però non molto alte. Questa è la quarta volta che Jurassic Park si posiziona al primo posto, dopo il 1993 (durante il lancio), il 2013 e il 2018 (in occasione del venticinquesimo anniversario).

Addio a Richard Attenborough, premio Oscar per Gandhi

Il film del 1993, che si riconferma essere un’indiscussa icona del grande schermo, segue un’avventura all’interno di un parco a tema. Due paleontologi e un matematico hanno l’opportunità di visitare un parco in cui i dinosauri sono gli assoluti protagonisti. Questa piacevole visita turistica si trasforma però in un incubo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.