Arrestato Emilio Fede per evasione dai domiciliari: perché è stato condannato

89esimo compleanno in manette per l'ex direttore del TG4, arrestato da due carabinieri in borghese mentre era a cena con la moglie in un locale sul lungomare di Napoli

246
CONDIVISIONI

Ieri Emilio Fede ha ricevuto un regalo di compleanno assai particolare. A cena con la moglie Diana De Feo in un ristorante del lungomare di via Partenope a Napoli per festeggiare i suoi 89 anni, il giornalista ed ex direttore del TG4 è stato infatti arrestato da due carabinieri in borghese entrati nel locale. Arresto che ha come capo di condanna la sua evasione dai domiciliari, e che Fede ha descritto come un evento particolarmente traumatico per sé e per la sua famiglia, come si legge sulle pagine di Repubblica:

Il mio arresto? E’ stata una cosa terrorizzante. Compivo gli anni e da Milano, con i domiciliari finiti, sono partito per trascorrere due giorni con mia moglie. Siamo andati al ristorante a mangiare una pizza io e lei, e lì sono arrivati i carabinieri, notificandomi gli arresti per il reato di evasione.

Un reato, quello di Emilio Fede, che non gli ha lasciato scampo in un giorno che sarebbe dovuto essere di festa. Finito poi in uno scenario che, in qualche modo, può essere definito tragicomico:

Mi viene contestato di essere partito da Milano quando non c’era ancora la firma sui servizi sociali. Sono stato accompagnato in albergo e ora non posso nemmeno affacciarmi alla finestra. Io sono claustrofobico, sono stato operato alle vertebre e non posso camminare da solo, devo essere accompagnato e con il bastone. E’ stato un arresto davanti a tutti, sono terrorizzato, che si possa prendere un essere umano, non Emilio Fede, e arrestarlo così.

Dopo aver ricevuto il provvedimento del magistrato di Milano, Emilio Fede è stato tratto in arresto dai due militari in borghese, che l’hanno riaccompagnato in albergo per interrogarlo, e dove attualmente si trova agli arresti domiciliari in attesa della decisione per la convalida del giudice del tribunale di sorveglianza milanese, prevista secondo le indiscrezioni nella giornata di oggi. La moglie Diana, ex senatrice di Forza Italia, ha invece fatto rientro nella loro casa di Napoli. Stando a quanto dichiarato dai PM di Milano, il giornalista avrebbe lasciato la sua abitazione milanese dove, dopo aver scontato sette mesi di arresti domiciliari, doveva completare la pena con quattro anni di servizi sociali.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.