Tutte le novità di iOS 14 nel download prima beta, iPhone compatibili

L'aggiornamento fa la sua comparsa con la prima beta per gli sviluppatori alla WWDC 2020

65
CONDIVISIONI

In un’apertura di conferenza WWDC 2020 davvero particolare, tutte le novità di iOS 14 sono state svelate. Niente evento live ma un keynote dinamico e molto ricco è stato trasmesso in streaming in questo tardo pomeriggio del 22 giugno. Quali sono i cambiamenti in arrivo nella prima beta per gli sviluppatori dell’update e gli iPhone compatibili con l’ultima fatica software? Focalizziamoci, con attenzione su ogni dettaglio della release.

App Library

Qualcuno potrebbe anche storcere il naso davanti ad una rivoluzione così importante, ma tra le novità di iOS 14 c’è una schermata Home completamente diversa da quella a cui ci siamo abituati negli anni. A proprio piacimento, tutte le app potranno essere organizzate in cartelle che riuniscono strumenti simili tra loro, come ad esempio i servizi social da una parte e i giochi dall’altra. L’ordine di ogni gruppo di tool può essere naturalmente cambiato di continuo, in base a nuove e decisive esigenze.

Widget

Anche i widget cambiano sensibilmente proprio con iOS 14: faranno la loro comparsa anche nella schermata Home con dimensioni e posizioni diverse, in base alla volontà dell’utente. Naturalmente saranno completamente personalizzabili in diversi formati. Il loro obiettivo, come quello della’innovativa App Gallery, è di consentire agli utenti di avere a portata di mano ogni informazione e strumento utile durante il giorno.

Picture in picture

Tra le novità di iOS 14 di certo più interessanti c’è anche quella che riguarda la modalità PIP (Picture in Picture). Un chiamata video con FaceTime, ad esempio, non verrà nascosta più se si passa a fare con l’iPhone qualcos’altro. La schermata rimpicciolita del filmato continuerà ad essere visibile sul display e potrà essere spostata sulla base delle proprie esigenze.

Siri

Tra le novità di iOS 14 non potevano di certo mancare quelle dedicate all’assistente vocale Siri: cambia intanto la sfera colorata che mette in evidenza come il segretario virtuale sia all’ascolto, nella parte bassa dello schermo. I messaggi vocali sono ora gestiti proprio da Siri e con l’app Translate si procede alla traduzione di diverse lingue in simultanea, in la modalità landscape. Lo strumento è anche utilizzabile offline.

Messaggi

L’importanze del servizio Messaggi è chiara ad Apple, soprattutto in questo periodo di pandemia Covid-19. Per questo motivo alcune funzioni che riguardano le conversazioni sono migliorate e ottimizzare. Vengono introdotti anche nuove Memoji che introducono stili personalizzati per mestieri, attitudini caratteriali, hobby. Non mancano neanche tante rappresentazioni relative a personaggi che indossano mascherine. Ancora, nei messaggi di gruppo vengono introdotte finalmente le menzioni. Ogni conversazione di gruppo sarà pure rappresentata dalle icone degli utenti che vi partecipano: queste saranno più o meno grandi sulla base del grado di attività di ognuno.

Apple Maps

Tra le novità di iOS 14 non potevano neanche mancare quelle relative alle mappe. Il servizio Apple si dichiara più sicuro e attento di quello della controparte Google. Le informazioni sui luoghi sono sempre più dettagliate, copiosi sono pure i dettagli che riguardano i suggerimenti sulle attività da svolgere, i luoghi da vedere, i ristoranti da provare e pure quelle per raggiungere amici e conoscenti. Vista la filosofia “green” imperante degli ultimi mesi, vengono anche introdotti percorsi specifici per le bici, con i dettagli sul loro grado di difficoltà.

Carplay

Non è più avveniristico pensare di aprire una macchina con un iPhone. Le chiavi diventano ora completamente digitali e lo stesso discorso vale per l’accensione dell’automobile, sempre da melafonino. Queste novità saranno pure presenti in iOS 14 ma la loro implementazione richiederà del tempo e l’integrazione di partnerhip consolidate in tutto il mondo, come quelle già annunciate con BMW e Ford.

App Store

Ultima ma non meno importante novità di iOS 14 riguarda l’App Store. Ora le applicazioni possono essere anche testate in qualche modo e non subito installate. Possono essere lanciate da Messaggi, ma anche Mappe e Safari e solo dopo il test si può decidere di scaricarle integralmente Per i pagamenti delle soluzioni non gratuite, c’è sempre la sicurezza del servizio Apple Pay, ancora più immediato.

iPhone compatibili

Dopo la lunga carrellata di novità di iOS 14, non può che essere il momento di concentrarsi sugli iPhone compatibili con l’aggiornamento. La lista non è affatto misera e include melafonini abbastanza datati. I dispositivi fortunati sono iPhone 11, 11 Pro, 11 Max, iPhone XR, XS, XS Max, iPhone X e ancora iPhone 8, 8 Plus, iPhone 7, 7 Plus, iPhone 6S, 6S Plus. Rientrano nel gruppo anche gli iPhone SE, sia il modello 2020 appena lanciato che quello del 2016.

Quando uscirà iOS 14?

Come da tradizione, con il via alla WWDC 2020, assistiamo alla prima distribuzione di iOS 14 per gli sviluppatori che saranno chiamati a testare l’aggiornamento in ogni sua parte in più release, da ora e fino a settembre.

Il rilascio finale per tutti gli utenti dell’ultima fatica software dovrebbe invece avere il via nell’ultima parte di settembre appunto, in concomitanza con il lancio commerciale dei melafonini di nuova generazione

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.