Presentati senza ritardo i prossimi Huawei Mate 40: il mese di lancio

Saranno presentati regolarmente ad ottobre i prossimi Huawei Mate 40: ecco spiegato il motivo

Vi avevamo parlato in questo articolo della possibilità che i Huawei Mate 40 potessero essere rimandati di 1 o 2 mesi per rivalutazioni circa l’approvvigionamento di alcune componentistiche interne. Sappiamo, infatti, che l’OEM cinese si serve dell’aiuto della Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSWC) per la produzione finale dei chipset proprietari, e che il ban USA limita in qualche modo l’azienda di Shenzhen in tal senso.

Come riportato da ‘gizmochina.com‘, la situazione pare rispettare le precedenti indicazioni, tanto da permettere ai prossimi top di gamma di essere regolarmente presentati ad ottobre. A quanto pare, però, la limitazione di cui sopra non entrerà in vigore fino a settembre, e quindi il produttore cinese riuscirà senza intralci a lanciare i Huawei Mate 40 secondo i tempi prestabiliti. Il riferimento è ai nuovi chipset Kirin 1000 da 5nm, che sappiamo saranno il cuore pulsante dei prossimi portabandiera della serie Mate. Entro il Q4 2020 la società si prevede possa produrne circa 8 milioni di unità. Il colosso cinese ha saputo rispondere ancora una volta alle restrizioni che gli sono state imposte dal ban USA, almeno per quanto riguarda l’anno in corso (se poi dovessero permanere a lungo l’azienda potrebbe anche andare in difficoltà, e servirà correre ai ripari).

Il discorso è chiaramente da riprendere dato che siamo ancora nel campo delle indiscrezioni che necessitano di ulteriori conferme per essere prese per buone. In ogni caso, adesso che sappiamo che le future limitazioni del governo americano avranno effettività da settembre, possiamo anche credere alle ultime voci, anche se restiamo comunque in attesa di poterle confermare. Vi diamo appuntamento ai prossimi giorni, certi che qualcosa di nuovo emergerà. Se nel frattempo voleste rivolgerci qualche domanda sui futuri Huawei Mate 40 o su qualsiasi altro dispositivo, il box dei commenti in basso resta a vostra completa disposizione.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.