Stop sviluppo per serie Huawei P10 e riscontri ufficiali su problemi diffusi

Feedback interessanti su un bug che sta facendo discutere, ma anche sulla questione dei futuri aggiornamenti

Huawei P10

Non ci saranno ulteriori aggiornamenti per la serie Huawei P10, o quantomeno non li vedremo a stretto giro. Si tratta di un feedback che ho pescato sui social da parte della divisione italiana che, almeno per ora, taglia fuori dai giochi i dispositivi lanciati sul mercato tre anni fa anche a proposito delle patch “secondarie”. Per alcuni nostri lettori potrebbe sembrare una mossa scontata, considerando lo storico di questo brand ed il fatto che i dispositivi in questione abbiano visto la luce nel 2017, ma c’è una valida ragione per smentire questa tesi.

Di recente, infatti, abbiamo riportato sulle nostre pagine il rollout di un aggiornamento per il suo predecessore, considerando il fatto che alcune varianti di Huawei P9 Lite hanno toccato con mano un nuovo pacchetto software concentrato soprattutto su AppGallery. Ai possessori di un device della linea Huawei P10, la divisione italiana dice quanto segue:

Ti informiamo che attualmente non sono previsti ulteriori aggiornamenti per il P10 Plus nel breve periodo. Ti suggeriamo di monitorare i nostri canali ufficiali per informazioni future“.

Problemi per la serie Huawei P10 con spegnimenti e riavvi improvvisi

A coloro che invece riscontrano problemi di continui riavvii e spegnimenti con il proprio Huawei P10, il produttore risponde così: “In merito alla tua segnalazione, se il dispositivo continua ad accendersi e spegnersi autonomamente, ti suggeriamo di portarlo in assistenza per dei controlli. Puoi recuperare eventualmente i dati all’interno qualora tu avessi eseguito un costante backup di esso, differentemente non c’è modo di salvarli”.

Insomma, sui modelli 2017 c’è questo doppio fronte da considerare oggi 20 giugno. Il caso Huawei P10 conferma ancora una volta il differente approccio del produttore cinese rispetto a Samsung, a proposito degli aggiornamenti assicurati a modelli di “vecchia data”, con un ciclo chiuso leggermente in anticipo.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.