Occhi al cielo per l’eclissi solare del 21 giugno 2020: quando e come vederla

Ecco come seguire, dal vivo o comodamente in streaming, l’imminente eclissi anulare di Sole

6
CONDIVISIONI

Domani, 21 giugno, ci sarà una nuova eclissi solare, proprio in contemporanea con il solstizio d’estate. Si tratta per altro di un fenomeno piuttosto raro, considerando che tra poche ore il Sole sarà sì oscurato dalla Luna, ma non del tutto: sarà un’eclissi anulare, il che significa che in apogeo il nostro satellite avrà visivamente una dimensione leggermente inferiore rispetto a quella della nostra stella di riferimento. Questo si traduce in un vero e proprio anello dai margini infuocati, spettacolare da ammirare con gli occhi rivolti verso il cielo.

C’è però da chiarire che in Italia l’eclissi solare del 21 giugno 2020 sarà solo parzialmente visibile, e soltanto nelle regioni del Centro-Sud, sempre che il meteo non prometta nuvole o peggio pioggia. La Luna sarà quindi troppo lontana nella sua orbita dalla Terra per tratteggiare un’eclissi totale, lasciando i bordi del Sole scoperti – al culmine l’oscuramento sarà del 99,4%. C’è però la possibilità di seguire l’evento in streaming o di andare poi a recuperare in rete le affascinanti foto che verranno sicuramente pubblicate nelle ore successive da appassionati e semplici curiosi.

Eclissi solare anulare 21 giugno: a che ora in Italia e come guardarla

Considerando che dipende dal moto della Luna, l’eclissi solare anulare interesserà regioni del mondo diverse in tempistiche diverse. Africa centrale, Asia centrale e il Sud-Est asiatico saranno le zone maggiormente coinvolte, mentre come già dicevamo noi in Italia avremo una visione soltanto parziale. L’intera eclissi dovrebbe durare quattro ore, ma il passaggio sulle singole posizioni sarà pari a un minuto e mezzo, e solo a trenta secondi nella fase di picco.

Per quanto riguarda gli orari, l’eclissi parziale inizierà alle 5:45, quella completa alle 6:47 del mattino, la massima sarà toccata alle 8:40, mentre la fine dell’eclissi completa sarà attorno alle 10:32, seguita dalla fine di quella parziale alle 11:34. Per guardare il fenomeno, la NASA consiglia di non farlo ad occhio nudo per evitare possibili danni alla retina. Chi utilizza telescopi, binocoli o macchine fotografiche dovrà quindi dotarsi un filtro solare da posizionare all’estremità dell’obiettivo, mentre chi vuole guardarlo direttamente, avrà bisogno di occhiali specifici per le eclissi – quelli in cartone rettangolare, per intenderci -, da poter mettere tranquillamente anche sugli occhiali da vista.

Non riuscirete a vedere l’eclissi di sole per tempo o per via di un meteo poco favorevole? Niente paura, è possibile seguirla – o recuperarla successivamente – in streaming grazie alla diretta sul sito del Virtual Telescope Project, attiva a questo link dalle 7:30 italiane del 21 giugno. In alternativa potete utilizzare il player di YuoTube presente poco più in alto in questo stesso articolo.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.