Muore a 55 anni Carlos Ruiz Zafón: i libri più amati dello scrittore spagnolo

Lo scrittore spagnolo lascia ai lettori romanzi di enorme popolarità, da L'Ombra del Vento a Il Labirinto degli Spiriti

89
CONDIVISIONI
[Pordenonelegge.it]

Il romanziere barcellonese Carlos Ruiz Zafón è morto a 55 anni nella sua casa di Los Angeles a causa di un cancro al colon. I primi sintomi, apparsi nel gennaio del 2018, lo hanno costretto a lunghi trattamenti negli Stati Uniti, allontanandolo da quel mondo letterario nel quale si era affermato grazie al successo internazionale dei suoi romanzi.

Il suo primo bestseller è stato L’Ombra del Vento, pubblicato nel 2001 e diventato il romanzo spagnolo più popolare di sempre dopo Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes. Oltre che per le 8 milioni di copie vendute nel mondo, L’Ombra del Vento ha saputo distinguersi per la singolare capacità di far presa anche sui meno avvezzi alla lettura. Negli anni è stato tradotto in più di 36 lingue e ha ottenuto numerosi riconoscimenti letterari.

L’Ombra del Vento è il primo volume della tetralogia de Il Cimitero dei Libri Dimenticati; ambientato nella Barcellona degli anni Quaranta, racconta di una città devastata dalla seconda guerra mondiale. Seguono Il Gioco dell’Angelo, in cui la Spagna esce sconfitta dalla guerra ispano-americana; Il Prigioniero del Cielo, in cui la città prova a risollevarsi dalla devastazione della guerra; e infine Il Labirinto degli Spiriti, che in circa mille pagine coinvolge i lettori in una fiaba dalle atmosfere evocative.

Offerta
Il prigioniero del cielo
  • Ruiz Zafón, Carlos (Author)

La tetralogia riflette l’ambizione di Zafón, che in questi volumi riversa la propria capacità di osservazione e analisi di una città in mutamento dagli inizi del XX secolo ai tempi attuali. E grazie a queste opere consegna alla memoria dei lettori uno stile che molti ritengono inconfondibile, e che fra elementi gotici e magici, sguardi profondamente umani e tocchi umoristici, svela le vite di Daniel Sempere, Fermín Romero de Torres, Alicia Gris e tanti altri personaggi.

La morte di Carlos Ruiz Zafón priva i suoi lettori più affezionati di un autore estremamente coinvolgente, ma allo stesso tempo riporta all’attenzione di altri i suoi romanzi più celebri e le opere minori. Oltre che della tetralogia, infatti, il romanziere è autore di libri come Marina, antecedente a L’Ombra del Vento, in cui già si colgono quegli elementi che ne caratterizzeranno lo stile. E poi ancora Il Principe della Nebbia, opera d’esordio, dalla quale trarre ulteriori spunti sui tratti distintivi della sua scrittura.

Il gruppo editoriale Planeta dà l’addio a Carlos Ruiz Zafón con un tweet in cui riporta una delle frasi più celebri tratte da L’Ombra del Vento: Ogni libro possiede un’anima. L’anima di chi lo ha scritto e di coloro che lo hanno letto, di chi ha vissuto e di chi ha sognato grazie ad esso.

E poi ancora:

Oggi è un giorno molto triste per l’intero team di Planeta, che lo ha conosciuto e ha lavorato con lui per vent’anni, durante i quali si è creata un’amicizia che va oltre la sfera professionale. Ma continuerà a rimanere vivo tra noi attraverso i suoi libri.

I messaggi di cordoglio sono arrivati anche da una miriade di lettori, compresi alcuni nomi noti della narrativa internazionale e svariati personaggi politici spagnoli:

Offerta
L'ombra del vento
  • Ruiz Zafón, Carlos (Author)

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.