Zoom ci ripensa: crittografia end-to-end per tutti, ma a queste condizioni

Cambia la strategia di Zoom: la crittografia end-to-end arriverà su tutti gli account

Ci era sembrato di capire che il team di sviluppo di Zoom avesse riservato la crittografia end-to-end soltanto agli abbonati, mentre invece adesso la situazione pare essere cambiata, ed essere destinata a tutti gli account, compresi quelli gratuiti. Inizialmente la decisione presa dall’azienda, come vi dicevamo, era un’altra, in modo da permettere alle autorità competenti di effettuare le proprie investigazioni per sventare eventuali crimini commessi attraverso l’uso improprio della piattaforma.

Dopo essersi consultato con associazioni per la privacy online, il team di sviluppo ha poi corretto il tiro, affermando di essere riusciti a trovare un escamoutage per dare il giusto equilibrio alle due esigenze. Come spiegato nei dettagli su ‘github.com‘, si procederà attraverso una verifica accurata dell’account, da effettuare solo la prima volta che si vorrà avviare una videoconferenza criptata (magari l’invio di un link di conferma via SMS).

In ogni caso, la crittografia end-to-end dovrebbe arrivare su Zoom in versione beta limitata per il prossimo mese di luglio, anche se per adesso non ci sono indicazioni più precise sulle tempistiche di rilascio. L’azienda ha fatto sapere che si tratterà di un procedimento comunque opzionale, in quanto capace di sospendere alcune funzionalità di un certo peso (come la possibilità di collegarsi mediante una linea di telefono tradizionale). Gli amministratori degli account, in qualsiasi momento, potranno disattivare ed abilitare la crittografia end-to-end sia in ambito account che di gruppo. Più di qualcuno sarà stato contento nell’apprendere di questa inversone di rotta rispetto alla decisione dapprima maturata, fermo restando che per poter avviare una videoconferenza criptata, come sopra già detto, bisognerà procedere ad un’accurata verifica dell’account (in questo modo non verrà scontentato nessuno). Se per caso avete qualche domanda da volerci fare sentitevi liberi di utilizzare il box dei commenti in basso.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.