Impossibile verificare identità server Gmail da iPhone: soluzione al problema IMAP

8
CONDIVISIONI

Più di qualche possessore di iPhone sta visualizzando la notifica “Impossibile verificare identità server Gmail” a display. Come conseguenza, più che logica, l’applicazione di posta elettronica non può essere utilizzata nelle sue principali funzioni. Un problema di non poco conto e comparso già qualche giorno fa ma ci sarebbe una causa e pure un rimedio utile.

Esaminando le testimonianze di chi ha problemi con il suo account Gmail proprio sul suo iPhone, c’è da notare che nella totalità dei casi ci troviamo al cospetto di clienti Vodafone. La notifica farebbe la sua comparsa quando un dispositivo è sotto rete dati dell’operatore o si è connessi a qualche linea mobile di casa dello stesso vettore. Questa indicazione è importante per capire la probabile causa del problema dunque.

Chi visualizza la notifica “Impossibile verificare identità server Gmail” continuamente sul display deve sapere dunque che il problema potrebbe essere proprio la connessione di rete con Vodafone. L’errore non risiederebbe nel server di posta elettronica di Google in se. Piuttosto questo viene interpretato come non sicuro durante la connessione messa a disposizione dal vettore rosso.

La conferma dell’ipotesi sopra segnalata viene fornita attraverso le numerose testimonianze sul sito di supporto Google. In pratica chi, ha riscontrato il problema ha chiesto proprio a Vodafone di disattivare il servizio Rete Sicura. Dopo il semplice passaggio e il riavvio del dispositivo, l’anomalia sarebbe scomparsa.

In pratica Pete Sicura tenterebbe di proteggere gli utenti dal server di Gmail. Sebbene la sicurezza della posta elettronica di Google non sia messa in dubbio, il servizio di protezione Vodafone interviene erroneamente. Ancora oggi, chiunque abbia il problema su segnalato potrebbe procedere come segue: chiamare l’operatore Vodafone e chiedere spiegazioni sul servizio Rete Sicura. probabilmente i tecnici Vodafone sono comunque al lavoro per risolvere l’incompatibilità del loro servizio proprio con la posta.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.