Dark 3 sotto la lente tra la teoria del pallone, il vero volto di Martha e la medaglia di San Cristoforo

Il debutto di Dark 3 si avvicina e le teorie su indizi e possibili errori si moltiplicano

11
CONDIVISIONI

Tik, tok… il tempo scorre via veloce e presto avremo a che fare con l’inizio dell’ultimo ciclo nonché di Dark 3, terzo e ultimo capitolo della serie rivelazione di Netflix. Il 27 giugno finiremo di nuovo tutti in un loop temporale tra passato, presente e futuro da cui sembra davvero difficile uscire o, almeno, lo pensavamo fino a quando Jonas non è stato portato via da una Martha alternativa. L’ultima scena del secondo capitolo ha aperto una serie di questioni che speriamo possano trovare una risoluzione proprio negli ultimi episodi della serie viaggiando nel tempo di un’altra realtà.

All’inizio del terzo ciclo e ultimo capitolo della serie mancano solo dieci giorni e i fan sono in ansia per quello che succederà, per l’addio che dovranno dare alla serie ma, soprattutto, per una serie di indizi e di teorie che riguardano anche le prime due stagioni. Ma di cosa si tratta in particolare?

Come spesso accade in serie del genere, i fan più attenti sono sempre pronti a passare alla lente ogni frame sia degli episodi che dei trailer e anche in questo caso è stato lo stesso sperando di trovare un indizio e risolvere l’intricato puzzle firmato da Baran bo Odar. Ad alzare il velo su quello che potrebbe essere un indizio (o semplicemente un errore) è stato un utente in rete che ha notato un “moderno” pallone da calcio insieme al giornale che Mikkel guarda quando torna indietro nel tempo: “Qualcuno che ha visto Dark può spiegarmi perché se il bambino viaggia fino al 1986 c’è un pallone della stagione 2012/13?”

Alla luce delle meticolose ricostruzioni scenografiche durante i viaggi nel tempo sembra un po’ strano vedere un errore e allora in molti si sono lanciati in una serie di teorie che parlano di viaggio nel tempo ma non solo da parte dei viaggiatori a noi noti ma di altri magari proprio gli stessi a cui Martha appartiene. Qualcuno è arrivato lì prima di Mikkel? Chi di preciso e a cosa ha dato il via?

Ma questa teoria non è l’unica in attesa di essere provata e messo da parte lo strano pallone si passa poi alla famosa medaglia di San Cristoforo. Nella stagione precedente, Bartosz ha raccontato a Martha la storia di una donna che è annegata nel lago Winden, una donna che sembra essere legata alla medaglia, la stessa che indossa Hanna nel 1954, questo significa che la sua nuova vita la porterà dritta alla morte?

Infine, torniamo a parlare di Martha. In molti sono pronti a scommettere che sia lei il vero volto del male. Una volta perso il suo grande amore nel giorno dell’apocalisse, sopravvissuta e sfigurata, possa essere lei stessa Adam, il villain che muove tutto con il solo intento di vendicarsi. Ma sarà davvero questo il colpo di scena promesso dagli sceneggiatori di Dark 3?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.