Segnali di disgelo tra Huawei e USA: arriva una prima concessione

Il riavvicinamento tra le parti tra Huawei ed il governo USA passa per gli standard di rete 5G

2
CONDIVISIONI

Ormai abbiamo assorbito la questione del ban USA nei confronti di Huawei da parte del governo americano, assistendo nel tempo anche al suo inasprimento. La notizia del giorno, riportata da ‘reuters.com‘, ci fa assistere ad un’inversione di tendenza rispetto al recente passato: si segnalerebbero, infatti, segnali di disgelo tra le parti, tanto che le istituzioni statunitensi avrebbero deciso di allentare un po’ la presa, lasciando a Huawei del terreno per lavorare, insieme alle aziende locali, agli ultimi standard di rete 5G. Un risvolto che consentirà al produttore cinese di mettere sul piatto le proprie competenze in fatto di infrastrutture, ma che nulla implica dal punto di vista del segmento smartphone.

Non saremmo di certo in presenza della chiave di volta, ma si tratta pur sempre di buone notizie, che potrebbero magari un giorno aprire a possibilità più importanti relativamente al settore mobile. Huawei, dal canto suo, non resta a guardare: si è arrivati perfino ad ipotizzare una collaborazione con Samsung, per la volontà di quest’ultimo di realizzare chip wireless a 7nm al netto delle componenti americane. Come vi dicevamo, la concessione da parte del governo USA a Huawei di lavorare con alcune aziende statunitense agli standard di rete 5G costituisce comunque un buon punto di partenza per stemperare un po’ la tensione che si accumulata da più di un anno a questa parte, a partire dal ban inflitto al produttore cinese dall’amministrazione Trump.

I settori di riferimento sono sicuramente diversi (l’ampliamento delle reti di ultima generazione non c’entrano con le restrizioni subire da Huawei nel campo degli smartphone), ma non possiamo fare a meno di interpretare la cosa come una sorta di apertura, seppur parziale e decontestualizzata, al produttore cinese dal governo USA. La pensate anche voi così? Fatecelo sapere attraverso il box qui sotto.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.