Novità extra su WhatsApp Pay: come funziona e arrivo in Europa

Riscontri ulteriori per coloro che vogliono comprendere al meglio il funzionamento del nuovo servizio

WhatsApp Pay

Uno degli argomenti più caldi del momento in ambito tech è senza ombra di dubbio rappresentato da WhatsApp Pay. Il recente annuncio riguardante il Brasile, dove il servizio è stato lanciato ufficialmente come avrete notato attraverso il nostro articolo pubblicato nella giornata di ieri, apre inevitabilmente mille scenari anche qui da noi. Non è un caso che tutti vogliano sapere come funzioni e quanto tempo dovremo attendere prima che lo si possa vedere anche in Italia.

Come funziona WhatsApp Pay e previsioni di arrivo in Italia

Nello specifico, sul fronte funzionamento ci sono pochi concetti da immagazzinare per tutti coloro che stanno seguendo con interesse le vicende di WhatsApp Pay. Fondamentalmente, tutto nasce dalla tecnologia di Facebook Pay, a testimonianza del fatto che queste due piattaforme tendano sempre di più a sovrapporsi sul fronte sviluppo. A proposito di WhatsApp Pay, sappiamo ad esempio che l’utente finale dovrà partire proprio dalle informazioni salvate su Facebook.

Con WhatsApp Pay, le aziende potranno sfruttare una sorta di vetrina virtuale per mettere in mostra i propri prodotti e all’interno di questa sezione potranno avvenire effettivamente i pagamenti in questione. In attesa di saperne di più in termini di interfaccia e di procedure, dallo staff WhatsApp trapela un’altra voce riguardante il protocollo di sicurezza che è stato concepito. A tal proposito, tutte le transazioni saranno autorizzate con un pin a sei cifre, fino ad arrivare ad una una scansione delle impronte digitali.

Infine, c’è ancora grande incertezza per quanto riguarda le tempistiche di arrivo di WhatsApp Pay in Italia e nel resto d’Europa. In ogni caso, l’obiettivo è fare questo step entro entro il 2020. Alcuni rumors parlando di una timeline fissata tra la fine del Q3 e l’inizio del Q4. Staremo a vedere come andranno le cose in questo senso.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.