Ermal Meta ricorda l’arrivo in Italia: “Oggi compio 26 anni”

A distanza di 26 anni dall'arrivo in Puglia, Ermal Meta racconta il suo 16 giugno

482
CONDIVISIONI

Ermal Meta ricorda l’arrivo in Italia a 26 anni dall’approdo in Puglia. Com’è noto, l’artista di Fier è arrivato nel nostro Paese quando aveva solo 13 anni, liberandosi della vita precedente per vivere una vita completamente nuova e che non avrebbe potuto immaginare.

Un cambio di abitudini che Ermal Meta descrive come faticoso e non senza sacrifici: “Non fu amore a prima vista, ma qualcosa da costruire con fatica, pazienza, lotta e infine pace. Adesso siamo totalmente in simbiosi anche se ogni tanto mi fa perdere le staffe”.

Nel suo racconto c’è però anche spazio per l’Albania, quella terra “troppo povera e troppo disperata per occuparsi di tutti i suoi figli, così alcuni di loro li mandò da sua sorella, di fronte”.

Gli anni in Italia sono anche quelli del successo nella musica, che non è arrivato immediatamente ma in maniera graduale fino a condurlo sul prestigioso palco del Mediolanum Forum di Assago. Il tour per il 2021 è già deciso, con le date nei palasport che rimangono confermate.

L’artista è appena tornato in studio per lavorare su nuova musica, dopo il successo di Non Abbiamo Armi che ha portato anche sul palco del Festival di Sanremo, nel quale ha trionfato con Non Mi Avete Fatto Niente, in duetto con Fabrizio Moro.

L’amore per la sua terra è rimasto intatto e ha sempre mostrato grande orgoglio per le sue origini, nonostante siano ormai parecchi gli anni trascorsi dall’arrivo in Italia.

A 26 anni dall’arrivo in Italia, Ermal Meta è oggi un apprezzato cantautore ma anche autore per molti artisti italiani. Negli anni, ha firmato brani per Marco Mengoni, Red Canzian, Emma Marrone, Gianni Morandi e molti altri. Nel 2016, ha iniziato la corsa al successo con la partecipazione al Festival di Sanremo in Odio Le Favole, ripetuta nell’anno successivo con Vietato Morire e quindi con Non Mi Avete Fatto Niente, che conquista la vittoria finale.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.