Johnson Righeira e le follie da quarantena

Ho sentito questo artista dalla "mente folle" durante la diretta del Barone Rosso Solo Flight

411
CONDIVISIONI

Quali effetti ha avuto la quarantena degli arresti domiciliari su menti folli? A questa domanda risponde il collegamento che ho fatto con JOHNSON RIGHEIRA durante la diretta del Barone Rosso Solo Flight.

Sono stato incuriosito da un video demenziale che mi ha mandato, dove lui interpretava un personaggio arrabbiato con il mondo che menava per l’aria un aggeggio per uccidere mosche e zanzare, mentre un tipo, Davide Tosches, con un alveare in testa suonava la tromba.

All’inizio del collegamento gli ho mostrato il Popster del 1980 dove pubblicai le sue prime foto e un racconto del suo debutto con “Bianca surf”. Poi lui ha raccontato l’avveniristica “Vamos a la playa”, una canzone da spiaggia post atomica proiettata al futuro, il cui boom ha tolto l’attenzione dal testo. Johnson ha festeggiato i suoi 60 anni, anche se in articolo di Repubblica nel titolo gliene hanno dati 70. Johnson ha scritto questa replica:

Mi sveglio come sempre alle prime luci dell’alba, verso le dieci e mezza. Guardo fuori, c’è il sole, sembra un giorno come tutti gli altri da due mesi a questa parte. Arriva un whatsapp con la mia intervista su La Repubblica e una scarica di adrenalina mi gela il sangue: ho dormito 10 anni?!? Ma com’è possibile? L’avevo detto che dovevo mettere la sveglia. Ma che ne è stato dei miei progetti, dei miei affetti, della mia vita? Ci sarà ancora il corona virus? Poi arriva un altro whatsapp: per un errore di trascrizione i tuoi 60 anni sono diventati 70. Tiro un sospiro di sollievo, ho ancora un po’ di tempo. Quasi quasi torno a letto”.

Per festeggiare i suoi primi 60 anni, si è regalato un’etichetta indipendente: la Cottolengo Recording.

Johnson poi mi ha raccontato il caos con cui ha vissuto gli anni ‘80

Abbiamo quindi visto il video dove Johnson è ospite di Auroro Borealo, girato a Venezia.

Questo collegamento con il Sig. Righeira dimostra come chi è artista, rimane sempre bambino (che spesso ama fare il cretino)

Un giorno, quando mostrerò davvero le immagini degli anni 80, si capirà la vera follia di questo mio amico. Per adesso goditi questo collegamento.

www.redronnie.tv

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.