Brooklyn Nine-Nine 8 fa sul serio: dopo la donazione al Black Lives Matter, ci sarà un episodio a tema

Dopo aver donato al Black Lives Matter, Brooklyn Nine-Nine 8 dedicherà un episodio al movimento, come conferma l'attore Terry Crews

55
CONDIVISIONI

Brooklyn Nine-Nine 8 potrebbe essere influenzato dal movimento attivista Black Lives Matter. La serie comedy action, da sempre un esempio a supporto delle minoranze, non poteva non dedicare un episodio alle proteste che nelle ultime settimane stanno scaldando le strade di tutto il mondo.

Dopo la morte di George Floyd, l’afroamericano ucciso durante un controllo di polizia, migliaia di manifestanti hanno iniziato a far sentire la loro voce contro le brutalità delle forze dell’ordine e contro il razzismo sistematico che pervade la società.

La comedy della NBC è incentrata su un gruppo di poliziotti appartenenti a un immaginario distretto di Brooklyn. La storia è narrata con toni goliardici e piacevoli, che permettono allo spettatore di identificarsi con ogni personaggio dalle mille sfaccettature. Brooklyn Nine-Nine è stato lodato per la rappresentazione della comunità LGBT, ma anche di argomenti più seriosi, il tutto narrato con un senso dell’umorismo intelligente e mai volgare.

Terry Crews, che interpreta il tenente Terry Jeffords, sa quanto queste tematiche abbiano un forte impatto sul pubblico. Per questo motivo, l’attore conferma che Brooklyn Nine-Nine 8, in onda il prossimo anno, avrà un episodio incentrato sul movimento Black Lives Matter.

“In realtà ci siamo sentiti tutti via Zoom proprio l’altro giorno. Abbiamo parlato di cosa sta accadendo in questo Paese, in cui stiamo assistendo a così tanto abuso di potere”, così ha spiegato Crews durante un’ospitata al Late Night with Seth Meyers, raccontando la reunion virtuale col cast. “Abbiamo avuto dei riscontri e delle conversazioni a cuore aperto su come gestire quanto sta accadendo in questa nuova stagione.”

Intanto, Stephanie Beatriz, che veste i panni della Detective Rosa Diaz, ha donato 11.000 di dollari alla Community Justice Exchange in supporto delle proteste del Black Lives Matter. In precedenza, l’intero cast e lo showrunner Dan Goor avevano già fatto una donazione di 100.000 dollari al National Bail Fund Network.

“George Floyd è come me. George Floyd potrei essere io”, aveva dichiarato Crews all’indomani dell’accaduto. “Potrei essere anche quell’uomo a terra con il ginocchio di quel poliziotto piantato sul collo. Potrei essere davvero io.”

Brooklyn Nine-Nine ha ricevuto il plauso di critica e pubblico fin dal suo esordio. Nel 2014 ha vinto due Golden Globe, uno alla miglior serie comedy e l’altro al miglior attore in una serie commedia o musicale per Andy Samberg.

In attesa di scoprire cosa ci riservi Brooklyn Nine-Nine 8, vi ricordiamo che la serie è disponibile su Netflix con le prime cinque stagioni.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.