Immuni su Huawei, dopo i problemi l’app finalmente in funzione

Dopo iniziali defaillance sui dispositivi asiatici, la situazione sembra rientrata, anche se mancano ancora alcuni smartphone all'appello

4
CONDIVISIONI

Le problematiche legate all’app Immuni su Huawei hanno allarmato i possessori di device della compagnia cinese. I primi report riferivano infatti di alcune criticità riscontrate proprio con i dispositivi del colosso asiatico – sia della linea Huawei che di quella Honor. E gli ingegneri di Google sono stati messi subito al lavoro per venire a capo dei problemi.

Dopo l’iniziale comparsa sullo store di riferimento, l’app Immuni su Huawei è poi misteriosamente scomparsa nel giro di poche ore. E proprio nei giorni scorsi si è assistito a un parziale ritorno, sebbene il tutto fosse strettamente connesso esclusivamente a determinati modelli.

Ebbene nelle ultime ore parrebbe rientrato in toto l’allarme che ha coinvolto i possessori di smartphone della compagnia cinese. Che sarebbero quindi in possibilità di scaricare l’app di tracking e dare quindi il proprio contributo nella lotta alla diffusione del Covid-19.

App Immuni su Huawei, finalmente ci siamo

L’inizio della risoluzione dei problemi la si è avuta durante la giornata di venerdì, in serata. A stretto giro il tutto si è esteso a macchia d’olio a tutti i dispositivi della compagnia, con Immuni su Huawei e Honor che ha finalmente reso disponibile l’avvio del tracciamento.

Parliamo chiaramente dei device della compagnia che fanno affidamento sui servizi di Google. Restano invece purtroppo ancora esclusi i rimanenti smartphone, quelli che hanno dovuto adeguarsi al divieto dell’amministrazione Trump. Si tratta di una fetta di mercato molto piccola rispetto alla vasta platea di fruitori di Huawei, che comunque non verrà abbandonata a sé stessa.

Stando infatti a quanto riportato sul sito dell’App, gli sviluppatori sono al lavoro per estendere la compatibilità anche a questi smartphone. Una necessità, considerando il fatto proprio a quest’ultima categoria appartengono gli ultimi arrivati sul mercato per il colosso cinese, tra cui spiccano i vari Huawei Mate 30, P40, il foldable Mate Xs, Serie Y e Honor 9X Pro.

Intanto ricordiamo che l’app Immuni è attiva a partire da oggi in quattro regioni, con i download che però, nonostante l’exploit iniziale, si mantengono ancora su una soglia bassa. Occorre incrementare i numeri per rendere il tutto effettivamente funzionale nella lotta al coronavirus.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.