Amadeus conduttore del Festival di Sanremo 2021: una foto conferma il bis

Il bis del conduttore 2020 sembra confermato da una foto pubblicata da Lucio Presta su Instagram

1
CONDIVISIONI

Amadeus conduttore del Festival di Sanremo 2021. La conferma sembra arrivare da una foto pubblicata dal manager Lucio Presta, che scherza sulla prossima scenografia della kermesse che sarà ancora a guida Amedeo Sebastiani.

TvBlog parla ancora della possibilità di un ritorno di Fiorello, che potrebbe anche chiudere la sua carriera sul palco del Teatro Ariston. Incerta, invece, la presenza di Jovanotti, che avrebbe dovuto partecipare anche all’edizione appena trascorsa.

Tra le dame in lizza per l’edizione 71 c’è anche Simona Ventura, che nei giorni scorsi aveva parlato del suo futuro in Rai e delle incertezze sulla prossima stagione televisiva, con Settimana Ventura ancora in fase di conferma.

Spunta anche il nome di Elena Sofia Ricci, che potrebbe entrare a far parte del cast fisso della prossima edizione della manifestazione, che rimane formalmente in piedi per il mese di febbraio.

L’emergenza sanitaria ancora in corso aveva fatto prendere in considerazione la possibilità di uno spostamento verso marzo o aprile. Sarebbe impensabile organizzare il Festival di Sanremo senza pubblico, ragion per cui si pensava a uno slittamento della settimana finale della manifestazione.

Per il momento, sembra certa la presenza di Amadeus come conduttore. La riconferma era stata data per obbligatoria dopo i grandi risultati dell’edizione 70 che ha condotto con la partecipazione di Fiorello e di Tiziano Ferro, che ha cantato in ogni serata. Nella serata del giovedì, Tiziano Ferro ha duettato con Massimo Ranieri in Perdere L’Amore.

Un’edizione fiume, quella del 2020, con la finale che si è conclusa ben oltre le 2 di notte. Una scelta ponderata, da parte di Amadeus e degli autori, che si erano detti obbligati a una narrazione lunga con l’intento di rendere omaggio all’edizione a cifra tonda del Festival. Com’era lecito aspettarsi, non sono mancate le critiche. Troppo lunghe tutte le serate, in particolare la finale, che rischiava di far uscire i quotidiani senza il nome del vincitore in prima pagina.