Schiacciacuore di Nina Zilli feat. Nitro è un mea culpa dell’uomo verso il pianeta (testo)

Schiacciacuore di Nina Zilli feat. Nitro esce oggi per la Giornata Mondiale dell'Ambiente: l'uomo chiede scusa al pianeta

Le immagini che accompagnano il lyric video di Schiacciacuore di Nina Zilli feat. Nitro mostrano il time-lapse di una piantina che cresce. Sullo sfondo arriva il suono delle note alte di un pianoforte che agisce giocoso, quasi infantile, sul quale si appoggiano le onde della voce di Nina Zilli.

Un brano che può essere una filastrocca, ma che nasconde un messaggio più importante: la Zilli è Madre Natura, Nitro è l’uomo che si ferma di fronte a un pianeta che lo redarguisce e lo mette di fronte alle sue responsabilità.

Esce oggi, questo brano, per celebrare la Giornata Mondiale dell’Ambiente, e tutto si concentra in quella piantina che conquista la vita nel video che accompagna l’audio ufficiale.

Tale ricorrenza è stata istituita nel 1972 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ed è stata celebrata per la prima volta nel 1974 con lo slogan Only One Earth (Una Sola Terra). La data scelta dall’Assemblea come giornata mondiale dell’ambiente è proprio il 5 giugno.

Garbage, CD
  • Garbage
  • Nitro

Schiacciacuore di Nina Zilli feat. Nitro, inoltre, mette in scena un ipotetico dialogo tra l’ambiente e l’uomo sotto le mentite spoglie di una relazione d’amore, dove la donna rivendica i propri diritti e l’uomo li riconosce. Il mea culpa del flow di Nitro, inoltre, è lo stesso che costella alcune tracce di GarbAge, il suo ultimo disco in cui il rapper vicentino si mette in discussione rapportandosi con la società e con i sentimenti.

In questo contesto Nitro mette le sue rime al servizio di una causa che ancora troppa umanità ignora: l’importanza di una casa naturale che ci ospita nonostante la nostra ossessione nel deturparla. Lo fanno, entrambi gli artisti, con un brano orecchiabile che racconta una storia nella quale tutti troviamo uno specchio.

Schiacciacuore di Nina Zilli feat. Nitro è oggi un manifesto di ciò che dovremmo essere e ciò su cui dovremmo impegnarci.

Schiacciacuore di Nina Zilli feat. Nitro – Testo

“Al posto della testa ho una nuvola blu
che con il mio corpo non comunica più
e se penso troppo poi mi giudica stupida
tutto torna in faccia come un boomerang boom
e al posto degli occhi ho un planetario
ma dentro nei polmoni brucia l’Amazzonia
nello stomaco canta uno stadio

E sul cuore
ho un cartello come sulle aiuole
con scritto non calpestare con le tue scarpe nuove
ma tu mi schiacci il cuore

Non c’è più niente da guardare
nemmeno un fiore
sono petali di rosa no, non è sangue
mille farfalle dietro di me
gente che applaude senza un perché
è l’anima che piange, ormai sono grande
anche senza di te
anche senza di te
anche senza

Senza un rancore, senza più un cuore
senza rumore senza
più le parole che resta
non so come questa notte sembra più fredda
lo stesso errore mille volte oramai è una scelta
e brucia più dell’Etna
e ora provo sopra la mia pelle quello che volevo fare a te
la vivo paranoica
e dillo quanto vuoi ma il virus siamo noi

E sul cuore ho un cartello come sulle aiuole
con scritto non calpestare con le tue scarpe nuove
ma tu mi schiacci il cuore
non c’è più niente da guardare
nemmeno un fiore
sono petali di rosa no, non è sangue
mille farfalle dietro di me
gente che applaude senza un perché
è l’anima che piange, ormai sono grande
anche senza di te
(anche senza di te)
anche senza di te
(anche senza di te)
anche senza di te
anche senza di te (di te)
anche senza”
.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.