Pagamenti con la Xiaomi Mi Band 5 ovunque ma solo con Mastercard?

Le ultimissime indiscrezioni sul dispositivo in arrivo l'11 giugno

2
CONDIVISIONI

La Xiaomi Mi Band 5 è ad un passo dal suo lancio ma giungono nuove conferme sulla possibilità di effettuare pagamenti proprio col nuovo dispositivo. Una funzione che non dovrebbe più essere appannaggio del mercato cinese ma pure a disposizione del resto del mondo e dunque di noi italiani.

La Band 5 sarà presentata il prossimo 11 giugno e dovrebbe fare la vera differenza rispertto al modello Band 4. Tutto questo grazie all’integrazione del saturimetro per l’ossigeno del sangue, l’assistente vocale Alexa e tutta una serie di nuove modalità per tracciare tipi di allenamento diversi come quelli attraverso l’ellittica, la bike indoor ma anche lo yoga e il salto della corda.

Ritornando alla questione pagamenti con la Xiaomi Mi Band 5, il sito GSMArena ha raccolto gli ultimi leak che includono proprio l’opzione per le transazioni di denaro in caso di acquisti. Sembrerebbe solo grazie al circuito Mastercard Mobile si potranno acquistare prodotti ma anche pagare i mezzi pubblici. A pochi giorni dal lancio sorgono invece seri dubbi sulla possibilità di utilizzare i maggiori circuiti internazionali come Google Pay, Apple Pay e Samsung Pay.

Ma la novità immediata con il lancio della Xiaomi Mi Band 5 sarebbe quella di vedere i pagamenti possibili ovunque in occidente, anche in Italia. Le transazioni sarebbero possibili dunque non solo in Cina (come avvenuto in un primo momento per la Band 4) ma anche per altrove. Ci sono davvero pochi dubbi al riguardo e si tratterebbe di certo di una novità non di poco conto, considerando che il braccialetto per il tracciamento dovrebbe mantenere sempre un costo estremamente ridotto come i predecessori, e dunque costare tra i 30 e i 50 euro. Le vendite a queste condizioni economiche vantaggiose dovrebbero cominciar dal 18 giugno, almeno in Cina. Per la commercializzazione europea e dunque italiana si dovrebbe dover attendere qualcosa in più ma non così tanto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.