Nuovi risvolti sul bonus vacanze 2020: come ottenerlo e limiti ISEE

Nuove voci da esaminare quest'oggi, in attesa del lancio dell'app ufficiale che ci faciliterà la vita

1
CONDIVISIONI
Bonus vacanze 2020

Ci sono nuove indiscrezioni da prendere in esame oggi 4 giugno a proposito del bonus vacanze 2020. In tanti, infatti, si chiedono come ottenerlo, ma anche come funzioni e quali siano eventuali limiti ISEE da non superare affinché possa essere richiesto. Insomma, dopo aver (quasi) archiviato la questione relativa al bonus 600 euro di INPS coi nostri ultimi aggiornamenti a tema, occorre focalizzarci sulla “questione turistica”, che ha implicazioni in primis per i clienti e, di riflesso, per operatori del settore. Fino ad arrivare ai singoli esercizi.

A quanto ammonta il bonus vacanze 2020: a quanto ammonta e come richiederlo

Scendendo maggiormente in dettagli, emerge ad esempio che nei prossimi giorni sarà possibile richiedere il bonus vacanze 2020 attraverso una specifica app ufficiale che dovrebbe essere messa a disposizione direttamente dal governo. Il suo utilizzo dovrebbe essere molto semplice, garantendo a tutti di sfruttare questo plus in modo rapido. Affinché la procedura di rilascio del bonus vada a buon fine, sarà indispensabile possedere un’identità digitale (Spid). A partire da quella, riceverete il cosiddetto Qr-Code, vero e proprio strumento per ricevere il credito che vi spetta.

A tal proposito, si parla di bonus vacanze 2020 pari a 150 euro per i single, fino ad arrivare a 300 per le coppie e 500 euro per famiglie che contano tre e più componenti. Ovviamente, ci saranno dei paletti da rispettare, come l’erogazione per un unico componente della famiglia, oltre al fatto che si potrà utilizzare in un’unica struttura. Insomma, se vi recherete in più di una meta, non sarà frazionato. Aspetti fondamentali da prendere in esame prima di avviare tutto l’iter.

Limiti sul bonus vacanze 2020 e reddito delle famiglie

Per quanto riguarda altre limitazioni da prendere in esame, il bonus vacanze 2020 con ogni probabilità verrà concesso a coloro che hanno come riferimento un Isee ordinario o corrente che non superi la soglia dei 40.000 euro annui. Ancora nulla di ufficiale, ma a breve ne sapremo di più.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.