Lesley-Ann Brandt di Lucifer elogia le donne di colore della DC contro il razzismo: “Le mie sorelle, la mia tribù”

Lesley-Ann Brandt ha fatto sentire la sua voce per il movimento #BlackLivesMatter e continua a farlo tramite social e un elogio alle sue colleghe di colore

118
CONDIVISIONI

Lesley-Ann Brandt, tra i protagonisti di Lucifer, è attivissima sui social e pronta a far sentire la sua voce a supporto del movimento #BlackLivesMatter. Molti suoi colleghi si sono uniti alle proteste, manifestando in maniera pacifica in strada – tra loro, Cole Sprouse di Riverdale – mentre altri sono insorti sui social per denunciare l’elevato favoritismo di star caucasiche a dispetto di quelle di colore nell’industria dello spettacolo – come ha fatto Vanessa Morgan, che ha esposto un grave dislivello etnico: è infatti l’unica attrice di colore in Riverdale e la sola ad essere sottopagata.

Intanto, in strada le proteste continuano; i manifestanti chiedono la fine del razzismo, accusando la brutalità della polizia e chiedendo giustizia per George Floyd, l’afroamericano ucciso  da un agente di polizia durante un controllo a Minneapolis, lo scorso 25 maggio. Il fatto ha generato un’escalation di rivolte che mano a mano si sono dilagate in molte città degli Stati Uniti.

Lesley-Ann Brandt e i suoi colleghi di Lucifer hanno espresso sui social media il loro supporto. Nel particolare, al fine di comprendere l’importanza del movimento e dei diritti civili, l’interprete di Maze ha voluto condividere con i suoi fan la sua esperienza con il razzismo e raccontare la vita dei suoi genitori in Sud Africa.

Mio padre mi ha raccontato della furia e del dolore nel vivere come un giovane uomo durante l’apartheid in Sud Africa. Per capire cosa sta succedendo oggi, dovete comprendere il dolore. E voglio che conoscere i miei genitori i quali, attraverso ciò che sta accadendo negli Stati Uniti, stanno rivivendo i loro traumi. Mi hanno parlato di alcune esperienze che non posso condividere pubblicamente.

L’attrice sudafricana ha poi elogiato le sue colleghe di colore, le donne dell’universo televisivo DC che in questi giorni si sono unite ai cori di protesta del movimento #BlackLivesMatter. Il post, pubblicato sui social, è un collage di immagini che la ritrae insieme a Candice Patton, volto di Iris West in The Flash; Meagan Tandy di Batwoman; Azie Tesfai della serie Supergirl; la già citata Vanessa Morgan, che interpreta Toni Topaz in Riverdale; Anna Diop di Titans Legends of Tomorrow: Ashleigh Muray di Katy Keene; e Nafessa Williams, tra i protagonisti di Black Lightning.

Le donne sono condizionate a vedersi come rivali. Io non mi sono mai trovata d’accordo su questo. Nelle scorse settimane, ho trovato appoggio in queste bellissime regine. Noi formiamo le donne di colore dell’universo televisivo della DC. Non sono mai stata così orgogliosa di chiamare queste bellezze “le mie sorelle, la mia tribù”. Grazie.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.