I tour mondiali di Noel Gallagher potrebbero saltare: l’ex Oasis soffre di acufene

Noel Gallagher soffre di acufene e questo disturbo potrebbe far saltare i prossimi tour mondiali

1
CONDIVISIONI

Sono a rischio i tour mondiali di Noel Gallagher. L’ex Oasis si è confessato durante un’intervista rilasciata al podcast Funny How? di Matt Morgan e ha rivelato di essere in serio dubbio sulla possibilità di riprendere i tour mondiali una volta sbloccati i vari lockdown dei Paesi del mondo.

Il motivo, se da una parte è da collocarsi alla fatica che le date dei concerti comportano agli artisti, dall’altra concentra su un problema di salute: Noel Gallagher soffre di acufene e racconta di percepire un suono che somiglia a quello di un bollitore sempre acceso.

L’acufene, come aveva raccontato Caparezza, colpisce tanti artisti perché tra le cause di questo disturbo dell’udito c’è proprio la frequente e prolungata esposizione ai suoni forti. Noel Gallagher, tuttavia, ha riferito che il suo caso non è grave e che il suo medico lo ha rassicurato: all’acufene ci si può abituare e soprattutto esiste una possibilità di guarigione.

L’ultima data del tour mondiale di Noel Gallagher con i suoi High Flying Birds risale al 30 novembre 2019 con il concerto alla Show DC Arena di Bangkok e per il momento, come riportato sul sito ufficiale della band, non sono stati programmati altri concerti.

I tour mondiali di Noel Gallagher lo hanno portato anche in Italia la scorsa estate, con le date dell’8 e 9 luglio rispettivamente a Pistoia e Mantova. Per il 2020 non erano state programmate altre date nel Belpaese.

Ora è chiaro che, seppur in assenza di nuove date, la possibilità di vedere in concerto il nuovo progetto dell’ex Oasis si rende lontana. Noel afferma: “Ora non lo sento, ma riesco a sentirlo quando mi metto ad ascoltarlo o quando vado a letto”.

Che sarà dunque dei tour mondiali di Liam Gallagher? Il cantautore di Manchester non dice altro, ma sta accarezzando la possibilità di darci un taglio.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.