Con display più grandi il prossimo Motorola Razr 2

Entrambi gli schermi del prossimo Motorola Razr 2 dovrebbero presentarsi con dimensioni maggiori

Vi stavate chiedendo se ci sarebbe mai stato un Motorola Razr 2? Sì, ed anche prima di quel che pensassimo. La seconda generazione del dispositivo pieghevole della casa alata potrebbe arrivare nel mese di settembre animato dal processore Snapdragon 765 (che garantisce il supporto alle reti 5G), una memoria RAM ed uno storage maggiorati e comparti fotografici più all’avanguardia. Del resto, il primo Motorola Razr non aveva certamente brillato per il suo strapotere tecnico: quel che lo ha reso interessante è il design, volto a richiamare l’iconico StarTAC, seppur con un tuffo nel futuro dato lo schermo pieghevole, che non vediamo certamente tutti i giorni.

Nuove indiscrezioni sul conto del Motorola Razr 2 arrivano da Ross Young, CEO di Display Supply Chain Consultants, secondo il quale la seconda generazione del dispositivo pieghevole di casa Motorola presenterà uno schermo principale da 6.7 pollici (un salto non indifferente quanto a dimensioni rispetto a quello da 6.2 pollici della prima edizione, e che pareggia i conti con l’antagonista Samsung Galaxy Z Flip), ed uno secondario pure più grande. Disporre di uno schermo secondario con dimensioni più generose significa poter interagire maggiormente con lo smartphone chiuso, senza la necessità di doverlo per forza dispiegare per le operazioni più comuni.

Ross Young, CEO di Display Supply Chain Consultants, non è certamente una fonte come tante altre: c’è da fare affidamento sulla voce di un dirigente di questo calibro, ed ecco perché restiamo convinti di quanto sopra detto riguarda il prossimo Motorola Razr 2, che dovrebbe debuttare già a settembre, con a bordo il cuore pulsante del processore Snapdragon 765, compatibile con gli ultimi standard di rete 5G (altamente criticati per certi versi da parte di chi tema possano inficiare la salute dell’uomo, nonostante non ci siano evidenze scientifiche a dimostrarlo).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.