Il manifesto di Shonda Rhimes per Black Lives Matter: “Chi combatte il razzismo va sostenuto: fai la tua parte”

Nelle ore delle proteste per la morte di George Floyd Shonda Rhimes difende i manifestanti e invita tutti a combattere al fianco di Black Lives Matter

79
CONDIVISIONI

Non tarda ad arrivare la presa di posizione di Shonda Rhimes in queste ore di proteste negli Stati Uniti dopo l’uccisione di George Floyd: il caso dell’afroamericano morto durante un fermo di polizia a Minneapolis ha scatenato un’ondata di proteste senza precedenti in diversi Stati americani, una vibrante richiesta di giustizia che ha anche uno scopo più ampio, quello di affrontare una volta per tutte il problema del razzismo endemico negli USA e in particolare quello delle forze dell’ordine nei confronti delle minoranze etniche, testimoniato da numeri agghiaccianti sul fronte delle vittime di violenza.

Con Donald Trump schierato sulla linea dura del rispetto della legge e dell’ordine (il suo tweet “Law & Order“, che è anche il titolo di una celebre serie televisiva, ha scatenato al tempo stesso indignazione e ilarità), la Hollywood che conta si è schierata invece nettamente dalla parte dei manifestanti e del movimento Black Lives Matter, l’organizzazione che combatte per l’affermazione e la tutela dei diritti civili e sociali delle persone di colore.

Da popstar come Beyoncé a Lady Gaga, dall’ex presidente Barack Obama al sindaco di New York Bill De Blasio, passando per centinaia di registi e attori, sono numerosissime le voci schierate al fianco dei manifestanti caricati e aggrediti dalla polizia in diverse città americane. Tutti concordi nel sottolineare come il problema atavico del razzismo non sia mai stato affrontato per quello che è, un cancro sociale che nega i diritti umani fondamentali ed espone le minoranze a continui episodi di violenza. E che sembra ancora vivo e vegeto nell’America governata da un presidente che soffia sul fuoco dell’odio e delle discriminazioni anziché lavorare per la coesione sociale.

Tra le voci più ferme al fianco del movimento Black Lives Matter è arrivata anche quella di Shonda Rhimes, produttrice e sceneggiatrice che con la sua ShondaLand ha creato negli ultimi 15 anni serie popolarissime come Grey’s Anatomy, Private Practice, Scandal, Le Regole del Delitto Perfetto per ABC e ha siglato un contratto con Netflix per nuovi contenuti originali.

Negli anni le sue serie tv hanno raccontato fenomeni di discriminazione razziale e sociale, episodi violenze a sfondo etnico da parte delle autorità di sicurezza nei confronti delle minoranze e in generale la difficoltà di essere neri ancora oggi, nell’America del terzo millennio. Ci sono magistrali episodi di Grey’s Anatomy e soprattutto di Scandal (prima serie della tv generalista ad avere una protagonista di colore in quarant’anni) dedicati a questo argomento, così come la serie Le Regole del Delitto Perfetto ha dedicato le sue ultime stagioni, tra l’altro, anche al tema delle iniquità del sistema giudiziario con particolare riferimento alla disparità di trattamento per le persone afroamericane e le minoranze etniche in generale.

Ecco spuntare allora, alla vigilia del martedì del #BlackTuesday in cui tutti coloro che sono sensibili al tema si sono schierati col movimento Black Lives Matter pubblicando immagini nere sui propri profili social, il manifesto di Shonda Rhimes contro il razzismo. Una dichiarazione di totale solidarietà ai manifestanti, che secondo la showrunner andrebbero sostenuti e non criticati nella loro protesta, ma soprattutto un invito ad essere parte attiva di questo momento storico decisivo per l’affermazione del valore dell’antirazzismo, a fare la propria parte per costruire il cambiamento che gran parte della società civile statunitense chiede da troppo tempo.

ShondaLand è stata per lungo tempo un luogo di racconti e francamente nella nostra società la storia del razzismo è lunga e dolorosa. Le ingiustizie che le persone di colore hanno sopportato non devono essere ignorate. La crescita viene dalla conoscenza della storia, dal suo apprendimento e dal cambiamento del futuro. Il razzismo deve essere condannato e tutti coloro che lo combattono vanno sostenuti. Le voci collettive creano il cambiamento. Fai la tua parte, oggi e ogni giorno.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.