Rocco Hunt annuncia il nuovo singolo Sultant’A Mia

Il nuovo singolo di Rocco Hunt è Sultant'A Mia e sarà disponibile dal 3 giugno

2
CONDIVISIONI

Sultant’A Mia è il nuovo singolo di Rocco Hunt. Il brano, che è già circolato sui social durante il lockdow, sarà rilasciata ufficialmente il 3 giugno con la produzione di Nazo. Ad annunciarlo è il giovane artista campano, che ha anche spiegato come sia nata la canzone che segna la fine della quarantena e apre alla ripartenza, verso un graduale ritorno alla normalità.

La diffusione del brano è stata molto veloce. Sultant’A Mia è circolata su Messenger e qualche ora dopo è risuonata sui social e negli autoradio. Il significato del brano è spiegato da Rocco Hunt, che si è anche soffermato sul ruolo ricoperto dal suo producer, grazie al quale avrebbe trovato una nuova dimensione.

“Dopo un lungo periodo di lockdown, in cui non è stato possibile per le persone stare insieme, questo pezzo è una liberazione – racconta Rocco Hunt – Finalmente ci si può riabbracciare e quindi ‘Se non scendi salgo io, stasera sei soltanto mia’. Abbiamo deciso di lanciare il brano sulla chat messenger, e il giorno stesso suonava già nelle macchine e sui balconi, prima ancora che uscisse ufficialmente. Con Valerio Nazo, il producer del brano, ho trovato la mia dimensione, il mio mondo… Sono sereno e pronto a far uscire tanta musica prossimamente.”

Il nuovo singolo di Rocco Hunt arriva a seguito di un’annata particolarmente fortunata, dopo il rilascio dell’ultimo album Libertà. Il disco è stato lanciato dopo un annuncio che aveva scosso il pubblico, nel quale l’artista annunciava un suo imminente ritiro dalla musica. L’allarme è poi rientrato attraverso il rilascio del singolo di lancio del nuovo album, che ha pubblicato alla fine di agosto 2019.

Libertà è uno degli album più venduti del 2019 ma anche uno tra i più ascoltati in streaming, con oltre 400 milioni di stream. Tra i brani di maggior successo, c’è anche Ti Volevo Dedicare che Rocco Hunt ha pubblicato in collaborazione con J-Ax e Boomdabash.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.