Vittorio Grigolo all’Arena di Verona deserta canta l’Inno di Mameli per la Festa della Repubblica

L'esibizione registrata ieri verrà trasmessa su Rai1 il 2 giugno

Vittorio Grigola all’Arena di Verona “nuda”, deserta, canta l’Inno di Mameli. L’esibizione fa parte de Il Canto Degli Italiani, una performance musicale che sarà trasmessa martedì 2 giugno in occasione della Festa della Repubblica, su Rai1, dopo il telegiornale delle 20.00.

L’idea nasce dal sindaco della città di Verona, Federico Sboarina, e dal Manager artistico e responsabile degli eventi dell’Arena di Verona, Gianmarco Mazzi. La regia è è quella di Gaetano Morbioli, la direzione musicale e d’orchestra di Diego Basso, il progetto audio di Maurizio Parafioriti, la supervisione di Tony Renis, organizzazione di Cecilia Baczynski.

L’esibizione di Vittorio Grigolo all’Arena di Verona è stata registrata ieri, in un anfiteatro nudo, spoglio, completamente deserto che però si prepara a riaprire al pubblico.

Vittorio Grigolo fa parte anche del cast di artisti che quest’estate si esibiranno nell’ambito degli eventi lirici Nel Cuore della Musica. La nuova edizione è stata presentata dal sindaco di Verona Sboarina all’inizio del mese di maggio.

Sboarina ha incontrato Vittorio Grigolo all’Arena di Verona e con lui ha parlato della necessità di ricominciare e di riportare la musica in arena.

“Io amo vederla piena di gente”, ha commentato Grigolo in un anfiteatro spoglio e deserto. “Quale canzone migliore dell’inno patriottico, simbolo di amore, passione e speranza”, ha continuato, pensando all’esigenza di donare nuova forza e speranza agli italiani nella speranza di “vedere questo Paese sorridere di nuovo all’insegna della nostra grande musica”.

Grigolo si è detto “fiero di essere qui per l’Inno” per rappresentare “l’intenzione di ripartire, togliersi questa polvere di dosso per ripartire con speranza”.

Sottolinea l’intenzione di lanciare un messaggio di speranza anche il sindaco di Verona. Dall’Arena ripartirà la musica, che tornerà all’interno dell’anfiteatro per varcare i confini regionali, nazionali ed internazionali. L’Arena non è solo il simbolo della città di Verona ma anche un simbolo internazionale, uno dei tempi della musica in Italia. “Il nostro Paese è stupendo e aspettiamo tanta gente”, conclude.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.